Fabrizio Saccomanni

L’ex direttore generale della Banca D’Italia Fabrizio Saccomanni dal 28 aprile 2013 è il nuovo ministro dell’Economia e delle Finanze del governo guidato da Enrico Letta. 71 anni, romano, laurea in economia e commercio alla Bocconi e studi di perfezionamento negli States, Saccomanni è l’ennesimo tecnico prestato alla politica. A quanto pare il suo nome per il dicastero di Via XX settembre è stato praticamente blindato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che considera l’economista, direttore generale di Bankitalia dal 2006, l’uomo giusto per provare a fare uscire il Paese dalle secche della crisi.

Appassionato di poesia e lui stesso compositore di versi in dialetto romano, Saccomanni per lustri è stato il rappresentante di Palazzo Koch presso gli organismi economico-finanziari internazionali (dal Fmi alla Bce). Oltre ad essere un profondo conoscitore della materia, gli vengono riconosciute grandi doti e abilità diplomatiche e negoziali. Quando già il suo nome circolava tra i papabili per un governo di larghe intese l’economista chiarì: “Adesso siamo contenti perché lo spread è a 300, ma dovrebbe essere a 100 e ancora meno, tenuto conto di tutto ciò che è stato fatto. È chiaro che la sostenibilità della finanza pubblica è legata alla ripresa della crescita, e su questo fronte non abbiamo fatto granché".

Dopo il suo insediamento Saccomanni ha spiegato che la sua filosofia di governo sarà basata sul principio meno tasse e più crescita. Archiviata la fase “cura di cavallo” somministrata al Paese dal governo Monti, ora urge tagliare pressione fiscale e spesa pubblica per rilanciare potere d’acquisto e consumi, lasciandoci alle spalle il clima di “incertezza psicologica” che ha avvolto l’intera economia e il settore del credito. Banche e imprese vanno coinvolte in un “grande patto” per l'Italia, per farla uscire dalla spirale di pessimismo e incertezza in cui è piombata.

Peggiora il fabbisogno statale, migliora l'avanzo

Il fabbisogno sale a 79,7 miliardi a dicembre 2013. Dati in linea con le attese, si scontano operazioni straordinarie,... Continua...

Saccomanni (e la Bce) contro la Germania sul meccanismo di risoluzione delle banche

Il ministro in una lettera al Wall Street Journal: "Semplificare il sistema, non complicarlo di più". Continua...

Saccomanni: la recessione è finita

Rispetto allo stesso periodo del 2012 il valore aggiunto è sceso in tutti i settori. Il Pil acquisito per quest’anno... Continua...

L’evasione fiscale in Italia vale 130 miliardi di euro l’anno

Befera: "Nessuna economia nella nuova fase di competizione globale e dovendo fare i conti con l'attuale fase recessiva... Continua...

Tutti contro Rehn, Padoan: "un inutile processo alle intenzioni"

Letta a muso duro: "Un commissario europeo deve essere garante dei Trattati europei: quindi non può permettersi di... Continua...

Tesoro: a novembre balzo del fabbisogno statale, a quota 7,2 miliardi

Numeri in linea con le attese dicono dal Mef e che risentono del pagamento dei debiti della PA e degli interessi sul... Continua...

UE, Rehn: "l'Italia non sta rispettando l'obiettivo sul debito"

Per il commissario europeo agli affari economici: "lo sforzo strutturale avrebbe dovuto essere pari a mezzo punto e del... Continua...

Sardegna: tributi sospesi nei Comuni colpiti dall'alluvione

Il pagamento dei tributi nei comuni colpiti dal ciclone Cleopatra è stato sospeso con un decreto del ministro... Continua...

Dati non attendibili sui debiti della pubblica amministrazione

Il sottosegretario all’Economia Alberto Giorgetti non ha saputo fornire una risposta: su 22mila amministrazioni... Continua...

La caduta del Pil rallenta nel terzo trimestre 2013

L'Istat: "discesa è molto rallentata ma è comunque una discesa". Su base tendenziale il prodotto è in calo... Continua...