Fabrizio Saccomanni

L’ex direttore generale della Banca D’Italia Fabrizio Saccomanni dal 28 aprile 2013 è il nuovo ministro dell’Economia e delle Finanze del governo guidato da Enrico Letta. 71 anni, romano, laurea in economia e commercio alla Bocconi e studi di perfezionamento negli States, Saccomanni è l’ennesimo tecnico prestato alla politica. A quanto pare il suo nome per il dicastero di Via XX settembre è stato praticamente blindato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che considera l’economista, direttore generale di Bankitalia dal 2006, l’uomo giusto per provare a fare uscire il Paese dalle secche della crisi.

Appassionato di poesia e lui stesso compositore di versi in dialetto romano, Saccomanni per lustri è stato il rappresentante di Palazzo Koch presso gli organismi economico-finanziari internazionali (dal Fmi alla Bce). Oltre ad essere un profondo conoscitore della materia, gli vengono riconosciute grandi doti e abilità diplomatiche e negoziali. Quando già il suo nome circolava tra i papabili per un governo di larghe intese l’economista chiarì: “Adesso siamo contenti perché lo spread è a 300, ma dovrebbe essere a 100 e ancora meno, tenuto conto di tutto ciò che è stato fatto. È chiaro che la sostenibilità della finanza pubblica è legata alla ripresa della crescita, e su questo fronte non abbiamo fatto granché".

Dopo il suo insediamento Saccomanni ha spiegato che la sua filosofia di governo sarà basata sul principio meno tasse e più crescita. Archiviata la fase “cura di cavallo” somministrata al Paese dal governo Monti, ora urge tagliare pressione fiscale e spesa pubblica per rilanciare potere d’acquisto e consumi, lasciandoci alle spalle il clima di “incertezza psicologica” che ha avvolto l’intera economia e il settore del credito. Banche e imprese vanno coinvolte in un “grande patto” per l'Italia, per farla uscire dalla spirale di pessimismo e incertezza in cui è piombata.

La Bce taglia i tassi di interesse allo 0,25%: costo del denaro al minimo storico

Il consiglio direttivo della Bce porta i tassi al nuovo minimo storico dello 0,25%. Dopo la decisione, Euro in calo sui... Continua...

Seconda rata IMU, Saccomanni: eliminarla non è facile

Il titolare di Via XX Settembre corregge il viceministro Fassina: "non faccio annunci di politica fiscale alla tv e alla... Continua...

Commissione Ue: ripresa leggera e graduale per l’Italia

Dopo due anni di recessione si profila una "graduale e lieve ripresa a partire dal quarto trimestre" del 2013. Le stime... Continua...

Euro troppo forte per Saccomanni: "intervenga la Bce"

Altrimenti l'eurozona non sarà in grado di stare al passo con la concorrenza. L'intervista del ministro dell'Economia... Continua...

Istat: il Pil crolla dell'1,8% nel 2013, la ripresa nel 2014

Lo scenario di previsione è legato a "ipotesi specifiche sull'evoluzione del quadro internazionale, delle condizioni di... Continua...

Debiti della pubblica amministrazione verso le imprese: pagati 13,8 miliardi

La maglia nera dei pagamenti va ai ministeri, più virtuosi gli enti locali Continua...

Tassa sulla casa, il governo apre alle modifiche e pensa a nuove detrazioni

La nuova Tasi è al centro delle polemiche, e il governo pensa di emendarla Continua...

Alitalia, è aiuto di Stato? Per Lufthansa deve decidere l’UE

Il portavoce della compagnia aerea tedesca: "Spetta alla Commissione europea dirlo. In generale siamo sempre favorevoli... Continua...

Manovra 2013: nessuna nuova tassa. Tagli ai ministeri e dismissioni

Le risorse per la cassa integrazione in deroga e la social card saranno stanziate co un decreto collegato alla Legge... Continua...

Moody’s: Governo ok, ma l’instabilità minaccia l’obiettivo deficit/pil sotto 3%

L'agenzia di rating il giorno dopo la fiducia all'esecutivo Letta in Senato: la sopravvivenza dell'attuale governo è... Continua...