Barriere e-commerce: Commissione UE avvia indagine antitrust

Oggi solo il 15% dei consumatori del Vecchio continente acquista online da altri paesi dell'Ue.

La Commissione europea avvierà a breve una istruttoria antitrust sul settore dell'e-commerce, sulle barriere ancora esistenti alle vendite online nell'Unione europea.

A dare la notizia, oggi, è direttamente un comunicato stampa dell'esecutivo europeo, firmato dalla titolare Ue per la concorrenza, la danese Margrethe Vestager.

La comunicazione non arriva del tutto a sorpresa, ieri la Commissione dell'Ue aveva organizzato un dibattito di orientamento sulle prospettive future del mercato dell'e-commerce europeo da cui è emerso che la priorità rimane quella di cancellare le barriere legali che impediscono la vendita di prodotti e servizi online al di fuori dei confini nazionali.

"E' giunto il tempo di eliminare le barriere che ancora ostacolano l'e-commerce"

ha detto la commissaria Ue alla concorrenza, secondo cui l'indagine servirà a raccogliere più informazioni sul settore del commercio elettronico in modo che la commissione dell'Unione europea possa fare proposte più pertinenti e ad hoc a maggio. Oggi solo il 15% dei consumatori del vecchio continente acquista online da altri paesi Ue.

BELGIUM-EU-COMPETITION-VESTAGER


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail