Industria, Istat: a gennaio fatturato -1,6%, ordinativi -3,6%

Calo della produzione "abbastanza importante" per l'Istat, dopo l'aumento di dicembre. Rispetto a gennaio 2014 la riduzione è del 2,5%. Crollano gli ordinativi.

Il fatturato nell'industria italiana a gennaio 2015 diminuisce dell'1,6% rispetto a dicembre 2014, mostrando una flessione dello 0,9% sul mercato interno e del 3,1% su quello estero.

Su base tendenziale, rispetto cioè a gennaio 2014, la riduzione della produzione industriale è pari al 2,5%.

A comunicare i dati, che certificano quanto la ripresa dell'economia italiana sia ancora incerta, è oggi l'Istat che riferisce di un calo ''abbastanza importante'' dopo il risultato positivo di dicembre quando la produzione industriale aveva fatto segnare un +1,4% su mese e +0,9% sull'anno.

In questo quadro gli ordinativi all'industria a gennaio 2015 fanno segnare una riduzione mensile del 3,6%, risultato di un incremento dello 0,7% degli ordinativi interni e di un calo del 9% di quelli esteri.

Rispetto a gennaio dell'anno scorso, l'indice grezzo degli ordinativi mostra una variazione negativa del 5,5%. L'aumento più consistente, spiega ancora l'Istat, riguarda i prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+3,0%), il calo maggiore invece si ha nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-9,2%).

In controtendenza è il settore auto che in Italia sale a gennaio del 18,9% su base annua, con gli ordinativi aumentati, sempre su base tendenziale del 14,2%.

Fatturato industria gennaio 2015

  • shares
  • +1
  • Mail