Entrate in calo ma la lotta all'evasione dà i suoi frutti

Le entrate derivanti da attività di accertamento e controllo registrano un vero boom: +32,6%.

Le entrate tributarie sono in calo nei primi due mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo del 2014 ma al contempo il Mef (Ministero dell'economia e della finanze) segnala il balzo registrato per le entrate derivanti dalla lotta all'evasione fiscale, pari a un terzo in più rispetto allo scorso anno.

I tecnici di Via XX settembre, sede del Ministero dell'economia, spiegano che le entrate tributarie nel primo bimestre si sono attestate a 61,023 miliardi, lo 0,8% in meno, in valori assoluti -484 milioni, rispetto a gennaio-febbraio 2014.

Nello stesso periodo il gettito derivante dall'attività di accertamento e controllo è salito del 32,6%, cioè 727 milioni di euro in più recuperati con la lotta all'evasione rispetto ai primi due mesi dell'anno scorso.

Tra le imposte dirette l'Irpef rimane in sostanza stabile nel primo bimestre 2015 a -0,1% (-36 milioni di euro). Il dato va letto come la sintesi sia degli aumenti delle ritenute sui redditi dei dipendenti del privato (+2,3%) e dei lavoratori autonomi (+0,6%), sia del calo delle ritenute sui redditi dei dipendenti pubblici (-2,6%) e dei versamenti in autoliquidazione (-1,6%).

L'imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze sale del 61,7%, 500 milioni di euro in più. L'imposta sostitutiva sul valore dell'attivo dei fondi pensione cresce, sempre nei primi due mesi dell'anno, del 93%, in valore assoluto 530 milioni di euro, rispetto al primo bimestre 2014.

Le imposte indirette invece fanno segnare nel periodo in considerazione un gettito di 23,827 miliardi con una diminuzione del 4,7%, -1,162 miliardi, rispetto a gennaio-febbraio dell'anno scorso.

Il gettito Iva è in calo del 5,6%, meno 705 milioni, a causa della riduzione di tutte e due le componenti riguardanti gli scambi interni del -5% (-519 milioni) e le importazioni (-8,8%, -187 milioni) mentre l'imposta di bollo cresce del 16%, cioè di 111 milioni di euro.

Le entrate relative al settore giochi mostrano nei primi due mesi dell'anno una flessione dello 0,8%, per minori entrate pari a 15 milioni di euro.

MEF Entrate tributarie 2015

  • shares
  • +1
  • Mail