Pediatri pronti allo sciopero

CIPe-SISPE-SINSPE in stato di agitazione per la riapertura delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro

I pediatri di famiglia che fanno parte delle sigle sindacali CIPe-SISPE-SINSPE hanno indetto lo stato di agitazione chiedendo la riapertura delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro dopo l’accordo i sede politic del 4 marzo scorso. Altrimenti sarà sciopero e i pediatri garantiranno solo le prestazioni non differibili.

"La Federazione CIPe-SISPE-SINSPE così come concordato con la parte pubblica, a seguito della sottoscrizione dell’accordo politico del 04.03.2015, nella sede della Conferenza dei Comuni e delle province Autonome per il rinnovo dell’accordo collettivo nazionale (ACN), è rimasta in attesa della ripresa degli incontri con la parte tecnica (SISAC) per il rinnovo del contratto di lavoro. Dopo aver atteso invano per più di trenta giorni è costretta a proclamare lo stato di agitazione e qualora, durante detto stato, non vi siano richieste d’incontri per il rinnovo del contratto di lavoro, sarà inevitabilmente proclamato lo sciopero applicando in maniera puntuale e rigorosa quanto previsto dal contratto compresa la chiusura degli studi garantendo ai piccoli pazienti solo le prestazioni non differibili"

si legge nel comunicato sindacale.

C.I.Pe., la Confederazione Italiana Pediatri è la sigla sindacale storica dei pediatria di famiglia, parte firmataria dei contratti collettivi nazionali di lavoro della categoria dal 1996 a oggi.

S.I.S.Pe., Sindacato Italiano Specialisti Pediatri, è stato istituito a ottobre 2012. S.I.N.S.Pe, Sindacato Italiano Nazionale Specialisti Pediatri esiste da novembre 2012.

pediatri pronti a sciopero

  • shares
  • +1
  • Mail