Pensioni, verso la riforma Poletti: cosa cambia?

Il governo Renzi pensa alla riforma della legge Fornero sulle pensioni con la prossima legge di Stabilità.

Novità alle viste sulle pensioni già nella prossima legge finanziaria con la possibilità di aumentare in modo graduale la flessibilità in uscita dal lavoro prendendo però meno soldi.

In realtà niente di nuovo sotto il sole, di modifiche in tal senso alla legge Fornero si parla da quando il governo Renzi è in carica, se non che il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ieri ha fatto ri-sapere che l'esecutivo lavora all'ennesima riforma delle pensioni. Si pensa a:

"una maggiore flessibilità in uscita che sia graduale e sostenibile economicamente".

ha spiegato il ministro.

Entro metà ottobre tutto dovrebbe essere messo nero su bianco, poi la riforma dovrebbe avere l'ok della commissione UE, rigido controllore dei nostri conti pubblici:

"L'intervento potrà avvenire solo all'interno della legge di Stabilità perché è lì che bisogna quantificare e qualificare le risorse per le scelte da fare"

ha detto Poletti nel corso di un question time al Senato.

La riforma delle pensioni di Poletti

La bozza di riforma Poletti prevede che lavoratore possa lasciare il posto di lavoro prima degli attuali requisiti di età con un assegno previdenziale ridotto.

La finestra per lasciare in anticipo il lavoro andrebbe dai 62 ai 70 anni, anche se i tecnici del ministero attendono le indicazioni dell'Inps che a sua volta fornirà una sua bozza di riforma.

Le coperture economiche? La riduzione della pensione per chi lascia prima il posto significa un esborso maggiore per la casse statali per l'uscita anticipata, specie nel caso in cui ci sia una forte richiesta di lasciare prima dell'età pensionabile il lavoro.

Come nota stamattina Il Messaggero i benefici finanziari della riforma Poletti arriverebbero soltanto "in un secondo momento e progressivamente" cioè via via che i neo pensionati fruirebbero degli assegni ridotti.

In base a ciò il governo chiederebbe all'Unione europea più flessibilità sulla regole di bilancio proprio perché la riforma delle pensioni darebbe i suoi frutti nel lungo periodo.

pensioni poletti

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: