730 precompilato da oggi: richiesta PIN e invio modello, come fare

Cosa c'è e cosa non c'è nel 730 precompilato, come si invia il modello ed entro quando, come ottenere il codice Pin necessario.

730 precompilato (qui che cos'è e come funziona) al debutto oggi, 15 aprile per 20 milioni di lavoratori dipendenti, pensionati e assimilati che possono inviare direttamente online la propria dichiarazione dei redditi per il 2014 compilata dall'amministrazione finanziaria. Nessun rinvio del modello semplificato per la dichiarazione dei redditi rispetto ai tempi prestabiliti dalle Entrate.

La perseguita semplificazione del modello 730 è un progetto sperimentale, opzionale (si può scegliere sempre il cartaceo) partorito in 10 mesi, con l'Agenzia delle Entrate che ha inserito quasi 160 milioni di informazioni trasmesse dagli enti esterni integrandoli con i dati dell'Anagrafe tributaria. Nel 730 precompilato sono presenti ritenute, versamenti e alcune spese detraibili o deducibili. Da un recente sondaggio però sembra che solo uno su quattro o farà davvero da solo, senza nessuna assistenza.

Il Pin per l'invio del 730 precompilato

Lavoratori dipendenti e pensionati devono usare il proprio Pin di accesso ai servizi telematici sul sito dell'Agenzia delle Entrate o dell'Inps per aprire online la propria dichiarazione dei redditi, consultando così i dati inseriti dall'Agenzia. Un volta entrato il contribuente deve verificare soltanto se i dati inseriti sono corretti e quindi accettare la dichiarazione senza modificarla o integrare eventualmente i dati non corretti, ad esempio inserendo altre spese deducibili o detraibili.

I contribuenti più in dettaglio devono essere in possesso delle credenziali Fisconline che rilascia l'Agenzia delle Entrate, codice Pin e password, oppure della Carta Nazionale dei Servizi o delle credenziali Inps. Fatta la richiesat delle credenziali e fatto il successivo accesso al sistema l'utente vede la dichiarazione precompilata, l'elenco dei dati inseriti nella dichiarazione e quelli che il Fisco non ha messo o perché incompleti o perché incongruenti. Per il 2014 le Entrate non hanno ancora inserito le spese sanitarie, per l'istruzione, quelle funebri e per l'assegno al coniuge separato.

Se il contribuente vuole vedere il suo 730 precompilato dal proprio sostituto d'imposta, da un Caf e/o un professionista abilitato deve rilasciare preventivamente una delega.

Dall'1 maggio al 7 luglio 2015 il contribuente potrà sempre integrare o modificare il 730 e trasmetterlo solo telematicamente alle Entrate, oppure può delegare il proprio sostituto d'imposta, un Caf o un professionista abilitato per le modifiche.

730 precompilato

  • shares
  • +1
  • Mail