BCE, serve un'azione risoluta di Italia, Francia e Portogallo

Mario Draghi deluso dall'attuazione delle raccomandazioni specifiche per Paese

Mario Draghi Holds First Press Conference In New ECB Headquarters

Secondo il rapporto annuale della Bce relativo all'anno 2014 l'attuazione delle raccomandazioni specifiche per Paese è stata "piuttosto deludente": il rapporto, presentato oggi pomeriggio da Mario Draghi, contiene anche alcune raccomandazioni specifiche per tre economie in particolare, Italia, Francia e Portogallo.

In questi tre Paesi infatti la Commissione europea ha rilevato squilibri eccessivi e suggerisce "un’azione risoluta" nelle riforme strutturali: nella sua introduzione al rapporto Mario Draghi ha spronato Italia, Francia e Portogallo a fare ogni sforzo.

"Occorre soprattutto un'azione risoluta nei paesi dell'area dell'euro in cui la Commissione europea nel febbraio 2015 ha segnalato la presenza di squilibri eccessivi (ossia Francia, Italia e Portogallo) e negli altri paesi dell'area oggetto di un monitoraggio specifico nel 2014 da parte della Commissione (ossia Spagna, Irlanda e Slovenia)" [...] Durante il 2014 l'attuazione delle raccomandazioni specifiche per paese si è confermata piuttosto deludente. Nessuno dei paesi dell'area ha pienamente applicato alcuna delle raccomandazioni del 2014".

La Banca Centrale Europea prevede inoltre, sul piano dell'inflazione, che questa possa tornare ai livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio periodo, in linea con l’obiettivo della stessa Bce. Secondo Draghi la situazione debole dell’economia nell’area euro avrebbe richiesto un intervento deciso di politica monetaria, che ha dovuto comprendere misure non convenzionali ma efficaci.

"L'ampiezza degli sforzi dispiegati dalla Banca centrale europea nel 2014 è straordinaria in rapporto a qualunque parametro storico [...] nel 2014 diversi filoni di lavoro avviati negli anni precedenti sono confluiti in una risposta coerente sul piano delle politiche, grazie alla quale possiamo ora attenderci con fiducia che la ripresa moderata e disomogenea registrata nel 2014 si trasformi in un rafforzamento più robusto e sostenibile"

scrive il Presidente Mario Draghi nella prefazione del rapporto annuale della Bce.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail