Eurostat: debito pubblico Italia secondo solo alla Grecia

Giusto qualche giorno fa il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan aveva detto: "non è vero che il debito continua a crescere". Ma il dato è "alterato" dai nuovi criteri di calcolo Esa 2010 che contemplano attività criminali nel computo della crescita economica.

Debito Italia

Nel 2014 il rapporto debito pubblico/prodotto interno lordo (pil) nei paesi dell'eurozona si è attestato al 91,9%, in aumento rispetto al 90,9% fatto segnare l'anno precedente. L'ufficio di statistica europeo Eurostat con i dati diffusi oggi spiega che il deficit di bilancio nei paesi dell'area della moneta unica europea è invece sceso al 2,4% del pil, dal 2,9% registrato nel 2013.

Il deficit pubblico italiano, cioè il disavanzo statale (l'ammontare della spesa di bilancio non coperta dalle entrate) nel 2014 è salito a oltre 49 miliardi, il 3% del Pil, dal 2,9% dell'anno prima. In merito al debito pubblico, nell'area euro l'Italia è seconda solo alla Grecia per un rapporto al 132,1% del pil, in salita rispetto al 128,5% del 2013.

Giusto tre giorni fa il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, dimenticando forse gli ultimi dati di Bankitalia, ha detto dalle colonne de la Repubblica: "non è vero che il debito continua a crescere. Quest'anno si stabilizzerà e poi continuerà a scendere".

Di sicuro è un buon auspicio, ma dal titolare di Via XX settembre, già capo economista dell'Ocse, ci si aspetterebbero commenti più precisi su dati reali e non solo ottimistiche previsioni.

È vero che il rapporto debito/pil ora beneficia dei nuovi criteri di calcolo europei (Esa2010): da ottobre 2014 infatti alla determinazione del pil di un paese concorrono anche alcune attività criminali, spaccio di droga e prostituzione ad esempio, e ciò ovviamente aumenta il volume della crescita economica, quindi migliora il rapporto debito/pil (di quasi il 5%) ma grazie a tale alchimia contabile tra l'altro parecchio criticabile da un punto di vista etico. Tra un po' i boss del narcotraffico o gli sfruttatori di prostitute saranno considerati imprenditori?

Tornando ai dati Eurostat la Grecia ha un rapporto debito-pil pari al 177,1%. Al terzo posto ii Eurolandia il Portogallo con un rapporto debito/pil 130,2%. L'Estonia è il paese più virtuoso per un rapporto debito/pil del 10,6%, in Germania è al 74,7%, in calo di oltre due punti percentuali sul 2013.

  • shares
  • +1
  • Mail