Industria: ordini +0,8% e fatturato +0,4% a febbraio

Il fatturato fa segnare un aumento mensile dello 0,4% ma su base tendenziale scende dello 0,9%.

fatturato industria febbraio

Segnali di risveglio per l'industria italiana, a febbraio l'indice destagionalizzato degli ordini sale dello 0,8% (rispetto al -3,7%, rivisto da -3,6%, del precedente gennaio) e del 2% tendenziale.

Gli aumenti maggiori dell'indice grezzo degli ordinativi riguardano la fabbricazione di mezzi di trasporto (+14,4%), di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+11,7%) e la fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+6,9%).

Le diminuzioni più importanti per gli ordini all'industria invece sono relative alle fabbricazione di prodotti chimici (-6,7%), alla metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-2,7%) e alla produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-1,9%). Su base annua gli ordinativi sono cresciuti del 2%, secondo dati grezzi, contro il -5,5% del mese precedente.

I dati Istat sull'industria diffusi oggi spiegano poi che l'indice destagionalizzato del fatturato è salito dello 0,4% su base mensile dopo un calo dell'1,7% (rivisto da -1,6%) a gennaio ma su base tendenziale è sceso dello 0,9%, dal -2,5% del precedente gennaio.

Il fatturato per raggruppamenti principali di industrie mostra variazioni mensili positive per l'energia (+4,8%) e per i beni strumentali (+1,6%) e variazioni negative per i beni di consumo, -0,6% sia quelli durevoli che per quelli non durevoli, e per i beni intermedi (-0,6%).

Il fatturato corretto per gli effetti di calendario a febbraio 2015 sale del 3,9% per i beni strumentali e dell'1,6% per i beni di consumo (più in dettaglio +1,5% per quelli durevoli e +1,8% per i non durevoli) ma cala del 21% per l'energia e dell'1,3% per i beni intermedi.

  • shares
  • +1
  • Mail