Facebook, Twitter e LinkedIn: per i social network forti cali in Borsa

Titoli in ribasso per i tre grandi social network. In un mese Twitter ha perso il 23%, in discesa anche Facebook e LinkedIn

Twitter Goes Public On The New York Stock Exchange

Prima è toccato a Facebook e a Twitter, ora è il turno di LinkedIn: non è certo un buon momento per i social network in Borsa. Ieri sera il social network professionale ha perso bruscamente terreno nonostante risultati trimestrali leggermente al di sopra delle aspettative.

Fino a oggi LinkedIn aveva dato prova di stabilità di business e di andamento a Wall Street rendendo anomalo il calo del 20% in pochi minuti. Anche Facebook e Twitter avevano fatto registrare segnali preoccupanti negli scorsi giorni: il social di Mark Zuckerberg ha perso il 3,4% in una settimana, mentre il social dei “cinguettii” ha ceduto addirittura il 23% in un mese, scivolando dai 52 dollari del 1° aprile ai 39 di ieri.

Le cause? Molteplici. Innanzitutto il dollaro forte, secondariamente gli investimenti decisamente elevati in ricerca e tecnologia e anche in risorse umane che dovranno sostenere le sfide del futuro quando occorrerà sostenere con le idee la crescita delle entrate. C’è poi un’altra questione, quella della drastica riduzione delle inserzioni pubblicitarie che riguarda tutto il comparto “digitale” inclusi colossi come Google e Yahoo!

La natura a medio-lungo termine degli investimenti sui social network, insomma, sta iniziando a rendere insofferenti gli azionisti che temono un remake del crollo del Nasdaq del 2011. Il mercato è cambiato, certo, l’esperienza dovrebbe insegnare, ma fino a dove si potranno spingere gli investitori e quanta fiducia potranno ancora concedere ai titoli dei colossi dei social network?

Via | Il Sole 24 Ore

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail