La Grecia rimborsa prestiti per 200 milioni al Fmi

Il 12 maggio Atene dovrà restituire al Fmi una tranche di prestito ben più consistente pari a 774 milioni di euro.

Grecia rischio defaul rimborso prestiti fmi

La Grecia ha rimborsato 200 milioni di prestito, in scadenza oggi, al Fondo monetario internazionale (Fmi) secondo quanto riferito dal viceministro delle Finanze Dimitris Mardas alla tv ellenica Mega questa mattina.

Una piccola tranche sul cui risarcimento non tutti erano pronti a scommettere vista la fase di accresciuta tensione tra Atene e l’ex troika (Bce, Ue, Fmi): la liquidità a disposizione di Atene sta per finire e la strada verso un nuovo accordo con l'Eurogruppo che estenda ancora gli aiuti finanziari per la Grecia sembra sempre più impervia.

Il 12 maggio prossimo, il giorno dopo la prevista riunione dei ministri finanziari dall’area euro, Atene dovrà restituire al Fmi una tranche di prestito decisamente più gravosa, pari a 774 milioni di euro.

Ieri la Grecia aveva attaccato sulle "divergenze e le contraddizioni" relative alla richieste di riforma e di rimborsi degli aiuti che arrivano da un lato dall’Unione europea e dell’altro dal Fondo monetario internazionale.

Divergenze che a detta del governo ellenico creano veti incrociati che ostacolano il raggiungimento di un compromesso in sede europea.

Oggi pomeriggio il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis incontrerà a Roma il suo omologo, il titolare di Via XX settembre Pier Carlo Padoan, nell’ambito di un tour europeo in cerca di appoggi.

Ieri a Bruxelles Varoufakis aveva detto di non aspettarsi un accordo in tempo per l'Eurogruppo di lunedì 11 maggio, trovandosi in questo d’accordo (per una volta, seppur con motivazioni opposte) con il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble

Lato mercati, la questione greca e il rischio default di Atene, tornano a far paura come dimostra la risalita dei tassi dei titoli di Stato dell'Eurozona, specie dei paesi cosiddetti periferici e la volatilità che oggi regna sovrana sulle maggiori borse Ue.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail