Produzione industriale ai massimi da aprile 2013

Nel primo trimestre la produzione è aumentata dello 0,3% rispetto al trimestre precedente ma risulta in flessione dello 0,1% rispetto al primo trimestre del 2014.

Produzione industriale Italia marzo

L'Istat comunica oggi che nel primo trimestre del 2015 la produzione industriale è salita dello 0,3%. A marzo è cresciuta dello 0,4% su febbraio e dell'1,5% rispetto all'anno precedente.

Si tratta del secondo aumento trimestrale consecutivo, dopo quello di ottobre-dicembre dell'anno scorso che fece registrare un +0,2% sul trimestre precedente.

L'incremento dello 0,3% nel primo trimestre dell'anno in corso è il maggiore per la produzione industriale da oltre un anno, per trovare un dato più elevato si deve fare marcia indietro al quarto trimestre 2013 quando la produzione crebbe dello 0,4%.

Secondo quanto rilevato dall'Istat nel primo trimestre la produzione è sì aumentata dello 0,3% rispetto al periodo precedente ma risulta in flessione dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre del 2014.

A marzo 2015, rispetto al precedente mese di febbraio, è salita la produzione di beni di consumo (+1,4%) e beni intermedi (+0,3%) mentre diminuiscono i beni strumentali (-0,2%) e l’energia (-0,1%).

Su base tendenziale invece, i settori con la crescita più consistente sono quelli di coke, prodotti petroliferi raffinati (+15,9%) e mezzi di trasporto (+13,2%).

I cali annui maggiori si hanno nei settori dell'attività estrattiva (-9,4%), dell'industria del legno, della carta e stampa (-5,9%) e della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-5,1%).

Secondo l'Ufficio Studi di Confcommercio il dato sulla produzione industriale a marzo conferma i segnali di discreto miglioramento della nostra economia:


"Con un probabile primo trimestre positivo del pil, l'uscita dalla recessione nel 2015 diventa sempre più concreta"


Tuttavia i livelli produttivi restano in ogni caso parecchio lontani dalla fase pre-crisi (prima del 2008) e anche dai dati del 2011.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail