Italia fuori dalla recessione: Pil primo trimestre +0,3%

La variazione del Pil rispetto all'anno scorso è nulla. Crescita sopra le attese secondo i dati preliminari dell'Istat

Il Pil italiano cresce dello 0,3% nel primo trimestre del 2015 secondo quanto comunicato oggi dall'Istat, e la nostra economia è quindi ufficialmente fuori da una recessione durata 3 anni consecutivi, ultimo paese dell'eurozona a farlo.

Tra gennaio e marzo di quest'anno il Prodotto interno lordo italiano, secondo la stima preliminare, è aumentato di 0,3 punti percentuali sul trimestre precedente ma è rimasto invariato su base tendenziale, cioè rispetto al primo trimestre del 2014 (-0,1%).

Su base annua dopo 13 trimestri negativi il Belpaese si lascia all spalle il segno meno ma non si tratta certo di un ritmo di crescita tale da poter esultare anche se superiore alle attese degli analisti.

Dal quarto trimestre 2011 il Pil italiano registrava variazioni annue negative mentre su base congiunturali, ovvero sul trimestre precedente, ci sono stati quattro anni di recessione o stagnazione.

Solo l'ultimo trimestre del 2014 non aveva fatto segnare un nuovo calo ma una variazione nulla del Pil, cosa che non accadeva, fatta eccezione per la lieve e temporanea risalita di fine 2012, dalla fine del 2010.

L'Istat qualche giorno fa aveva fatto sue le previsioni di crescita del governo per il 2015, contenute nel Def, stimando:


"un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell'1,2% nel 2016 e dell'1,3% nel 2017"

grazie a un previsto contributo crescente della domanda interna.

L'istituto nazionale di statistica spiega che:

"dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) maggiore dell’apporto negativo della domanda estera netta".

L'Italia inizia finalmente a beneficare del quadro macro favorevole determinato dalle politiche monetarie espansive della Bce, dal deprezzamento dell'euro e dal calo dei prezzi del petrolio.

Gli analisti di Intesa Sanpaolo avevano stimato una crescita del Pil di almeno lo 0,1% su base tendenziale e una variazione annua negativa dello 0,2%, in risalita comunque dal -0,5% di fine 2014.

PIL Italia 2015 fuori dalla recessione

  • shares
  • +1
  • Mail