Bankitalia: nuovo record per il debito pubblico a marzo

Il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 14,2 miliardi, quello delle amministrazioni locali di 1,1 miliardi. Crescono le entrate tributarie. I dati di Palazzo Koch.


Bankitalia debito pubblico marzo

Nuovo record per il debito pubblico a marzo: secondo i dati diffusi da Bankitalia questa mattina il disavanzo delle amministrazioni pubbliche è salito a 2.184,5 miliardi di euro. L'aumento rispetto al precedente mese di febbraio è di 15,3 miliardi.

Palazzo Koch spiega nel supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" che l'incremento del debito è stato inferiore al fabbisogno del mese (18,6 miliardi di euro) e ciò grazie all'effetto complessivo dell'emissione di titoli sopra la pari, dell'apprezzamento dell'euro, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione (pari a 3,1 miliardi) e alla diminuzione di 0,2 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro. Quest'ultime a fine marzo erano pari a 78,9 miliardi, dai 61,9 miliardi registrati al 31 marzo 2014.

In relazione ai sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali dello Stato è salito a marzo di 14,2 miliardi, quello delle amministrazioni locali di 1,1 miliardi mente il debito degli Enti di previdenza è rimasto in sostanza invariato.

Bankitalia annota poi che a marzo le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 27,7 miliardi, in crescita dello 0,6%, in valore assoluto di 0,2 miliardi, rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Nel primo trimestre 015 le entrate tributarie sono state in totale pari a 85,7 miliardi, in linea con quelle relative allo stesso trimestre del 2014.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail