Pensioni dipendenti pubblici, Inps: spesa sale a 65 miliardi

L’Osservatorio della Gestione dipendenti pubblici è stato pubblicato oggi sul sito Inps. L'importo medio della pensione è di 2.175,1 euro per gli uomini contro i 1.486 euro delle donne.

spesa Pensioni  dipendenti pubblici 2014 2015

La spesa per le pensioni erogate dall'Inps ai dipendenti pubblici ammonta, al primo gennaio 2015, a circa 65 miliardi di euro per 2.818.300 trattamenti previdenziali, lo 0,16% in più rispetto a quelli registrati al primo gennaio 2014.

La spesa complessiva è quindi pure in aumento, precisamente dello 0,75% rispetto all'anno scorso secondo i dati diffusi dall’Istituto nazionale di previdenza. L’Osservatorio della gestione dipendenti pubblici è stato pubblicato oggi sul sito Inps.

In media, l’assegno pensionistico lordo mensile dei dipendenti pubblici alla data dell’1 gennaio 2015 è stato pari a 1.772,9 euro, 10 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2014.

L'importo medio della pensione, spiega ancora l’Inps, è più alto per gli uomini: 2.175,1 euro contro i 1.486 euro delle donne che rappresentano il 58,4% del totale dei pensionati anche se prendono in media un assegno pari al 68,3% di quello percepito dagli uomini. 

Andando a spacchettare i dati per singole Casse previdenziali, il maggior numero di pensioni, 1.677.746, è a carico della Cassa Trattamenti Pensionistici dipendenti Statali (CTPS). Seguono con 1.054.013 pensioni erogate la Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali (CPDEL) quella Pensioni Sanitari (CPS), con 68.540 trattamenti, e poi la Cassa Pensioni Insegnanti (CPI), con 15.095 pensioni e la Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari (CPUG) con 2.906 trattamenti pensionistici erogati.

La spesa per le nuove pensioni liquidate è stata pari a 2,5 miliardi di euro, il 4% della spesa totale. L'importo medio mensile delle pensioni liquidate l’anno scorso è di 1.872,8 euro, il 6% in più rispetto all'importo medio relativo al complesso delle pensioni vigenti.

  • shares
  • +1
  • Mail