Fmi conferma la crescita dell'Italia: "Le riforme hanno ridato fiducia" | Video

Quest'anno il Pil è previsto al +0,7% in linea con le stime del Documento di Economia e Finanza.

Il Fondo Monetario Internazionale è ottimista sul percorso intrapreso dall'Italia e al termine della missione di Petya Koeva Brooks e soci le conclusioni sono più che positive, tanto che i nuovi dati parlano di una crescita del Pil dello 0,7% quest'anno e dell'1,2% nel 2016, ossia rispettivamente lo 0,2 e lo 0,1 rispetto alle previsioni che erano state fatte il mese scorso nel World Economic Outlook.

La capo-missione Petya Koeva Brooks ha detto che il primo trimestre del 2015 è andato molto meglio di quanto ci si aspettasse, ma per il 2016 sono ancora cauti perché prima vogliono vedere in che misura riprenderanno gli investimenti. In generale, i dati rivisti del Fmi sono in linea con quelli del Documento di Economia e Finanza del governo Renzi.

Secondo i tecnici dell'organizzazione guidata da Christine Lagarde, a sostenere l'aumento del Pil saranno l'aumento delle esportazioni (come evidenziato oggi anche dai dati dell'Istat) e le maggiori spese sostenute da aziende e consumatori.

Al termine della loro missione i tecnici del Fmi hanno consegnato una lettera all'Italia con le loro raccomandazioni e hanno riconosciuto che le riforme economiche e istituzionali messe in atto hanno ridato fiducia al Paese, ma serve ancora più crescita per creare nuovi posti di lavoro e favorire il rientro del debito pubblico.

Il Fmi suggerisce all'Italia di operare in tre modi:


    - andare avanti con le riforme strutturali soprattutto per aumentare la produttività;
    - sostenere il processo di riparazione dei bilanci nel settore bancario:
    - portare a termine le operazioni di risanamento dei conti pubblici in modo da migliorare il rapporto tra debito e Pil

L'organizzazione di Washington ha poi richiamato l'Italia sul tema delle privatizzazioni:

"Gli obiettivi delle privatizzazioni sono stati abbassati nel Def rispetto alla legge di bilancio. Sarebbe opportuno ritornare a quegli obiettivi più ambiziosi"

FMI su Pil Italia 2015-2016

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail