Rimborsi pensioni: mini risarcimenti da agosto

Il Cdm di ieri con un decreto legge ha stabilito chi, come e quando potrà essere risarcito per la mancata rivalutazione del proprio assegno previdenziale nel 2012-2013.

Saranno mini e parziali i rimborsi per il blocco dell’indicizzazione delle pensioni superiori a 3 volte il minimo dichiarato incostituzionale dalla Consulta. Tutto come nelle previsioni dunque. Il Consiglio dei ministri di ieri ha messo a punto un decreto legge (dl) con una parziale soluzione per i rimborsi ai pensionati i cui assegni sono stati bloccati per il 2012-2013 con effetto trascinamento anche sul 2014.

Come funzionano i risarcimenti

Ad esempio chi ha una pensione di 1.700 euro al mese riceverà un assegno di 750 euro per i 4.300 euro persi dal 2012 a oggi; chi percepisce una pensione di 2.200 euro prenderà 450 euro di rimborso contro i 5.000 persi. I rimborsi secondo il dl saranno erogati a partire dal primo di agosto 2015, ma essendo una tantum l’importo non entrerà a far parte della pensione con un effetto di perdita a cascata sui pensionati anche dopo il 2015.

Il decreto contiene altre novità come il pagamento di tutte le pensioni il giorno 1 da giugno 2015 e il blocco alla rivalutazione negativa dei montanti contributivi. E ancora lo stanziamento di un miliardo per gli ammortizzatori in deroga e di 70 milioni di euro per i contratti di solidarietà.

Chi prenderà i mini-rimborsi

I mini risarcimenti dall’1 agosto riguarderanno 3,7 milioni di pensionati per un esborso di "soli" 2,18 miliardi rispetto ai 18 mld di euro che sarebbero serviti per restituire il blocco della rivalutazione a tutta la platea dei pensionati interessati. 1,6 miliardi di copertura arrivano dal tesoretto spuntato nel def, dalla differenza tra deficit tendenziale e deficit programmato.

A quanto ammontano i risarcimenti

Chi prende una pensione di 1.700 euro al mese lordi prenderà un risarcimento di 750 euro, chi prende 2.200 euro lordi avrà 450 euro di rimborso, chi prende 2.700 euro lordi avrà 278 euro.

Gli esclusi dai rimborsi pensioni

Saranno circa 650.000 i pensionati che non vedranno il becco di un euro, anche se in base alla sentenza della Corte costituzionale il rimborso spetterebbe loro come agli altri. Si tratta di pensionati che prendono un assegno previdenziale mensile sopra 3.200 euro.

Rimborsi pensioni a chi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: