730 precompilato, Orlandi: errori limitati. Renzi: semplificheremo ancora

La numero uno dell'Agenzia delle entrate: "Ci sono alcuni casi limitati di errori nella certificazione unica, ma alcune cose sono state esasperate nella coloritura".

730 orlandi

Il direttore dell’Agenzia delle entrate è costretta ad ammettere gli errori contenuti nel 730 precompilato, vedi quello sulle detrazioni fiscali non riconosciute agli aventi diritto. Secondo Rosella Orlandi:

"Ci sono alcuni casi limitati di errori nella certificazione unica, ma alcune cose sono state esasperate nella coloritura".

Durante una audizione in Senato Orlandi ha detto che il 730 precompilato, che doveva essere il fiore all’occhiello della semplificazione fiscale, è una cosa:

"nuova, sperimentale, epocale, che fosse tutto a posto subito con uno schiocco di dita, per magia, era anche infantile immaginarlo. Si tratta di un lavoro duro, fatto in pochi mesi. Come sempre stiamo cercando di risolvere i problemi".

Si parla dunque addirittura di "svolta epocale" con una espressione che sembra, questa sì, di “una coloritura esasperata”. Orlandi ha sottolineato che il nuovo 730 è:

"facile da fare. L'ho fatto anche io, se provate vedrete che è facile".

Le dichiarazioni precompilate già inviate all'Agenzia sono già 300mila ha aggiunto Orlandi. Certo che alcune difficoltà ci sono, anche perché

"una serie di dati ci arrivano e ci sono alcuni casi limitati di errori nella certificazione unica, che stiamo cercando di chiarire".

Per le detrazioni mancate?

"abbiamo scritto una Faq grande, spiegando che va inserito il dato dei giorni effettivi lavorati (quando manca, Ndr)

In questo modo:

"il sistema ricalcola tutto immediatamente. (...) ci sono dati che arrivano incompleti da chi li trasmette e ci sono informazioni non corrette. Stiamo cercando di chiarire il tutto".

Sul nuovo 730 interviene anche Matteo Renzi che promette che il governo semplificherà ancora la dichiarazione dei redditi precompilata:

"E' una sperimentazione. Sarà resa ancora più semplice ma intanto è un passo avanti".

Il premier ha risposto così, su Twitter, a chi gli chiedeva perché compilare il 730 online sia così complicato. Il prossimo anno secondo il presidente del Consiglio le spese mediche e le altre detrazioni verranno "già inserite” nel modello. Per quest’anno chi ha problemi dovrà rivolgersi come al solito a caf e professionisti.

  • shares
  • +1
  • Mail