Retribuzioni in aumento ad aprile, Istat: +0,2% mensile, +1,2% annuo

Ad aprile le retribuzioni contrattuali orarie registrano un aumento tendenziale dell'1,6% per i dipendenti del settore privato e una variazione nulla per i dipendenti pubblici.

Retribuzioni istat aprile

L'Istat segnala oggi che ad aprile 2015 le retribuzioni contrattuali orarie sono aumentate dello 0,2% su base mensile e dell'1,2% su base annua. A marzo invece le retribuzioni erano rimaste al palo rispetto al precedente mese di febbraio e salite dell'1% su marzo dell'anno scorso.

Ricordiamo che l'indice Nic dei prezzi al consumo ad aprile è salito dello 0,2% su base congiunturale confermando però una deflazione dello 0,1% su base annua. Tornando alle retribuzioni nei primi quattro mesi del 2015, la paga media oraria è cresciuta dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2014.

In riferimento ai principali macrosettori ad aprile 2015, le retribuzioni contrattuali orarie hanno mostrato un aumento tendenziale dell'1,6% per i dipendenti del settore privato e una variazione pari a zero, nulla, per chi lavora nella pubblica amministrazione.

Ad aprile i settori che fanno registrare l'aumento su base annua maggiore sono energia e petroli (3%), gomma, plastica, lavorazione minerali non metalliferi (2,8%) e metalmeccanica (2,7%).

Alla fine del mese scorso la quota di dipendenti in attesa del rinnovo contrattuale era pari al 41,8% nel totale dell'economia e al 24,8% nel comparto privato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail