Istat: fiducia dei consumatori in calo a maggio

È invece sostanzialmente stabile il clima di fiducia delle imprese. La rilevazione Istat.

Fiducia consumatori maggio

La fiducia dei consumatori cala a maggio in Italia a 105,7 punti dai 108 punti della rilevazione di aprile, rivisti da 108,2. Il dato è al di sotto delle attese che si attestavano a 107,9 punti. Resta invece stabile il clima di fiducia delle imprese, secondo i dati Istat diffusi oggi.

L'indice composito del clima di fiducia dei consumatori è dunque in flessione, con buona pace dell'ottimismo sparso ad ampie dosi dal governo, mentre l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Istat economic sentiment indicator - Iesi) è sostanzialmente invariato sul mese precedente e pari a 102,0, da 102,1 di aprile.

I giudizi e le attese dei consumatori sulla situazione economica attuale del Paese peggiorano a maggio con i saldi che passano rispettivamente a -65 da -62 e a 1 da 9. Il saldo dei giudizi sulla dinamica dei prezzi al consumo nell'ultimo anno passano a -14 da -15.

Per le attese invece il saldo diminuisce a -15 da -13. Le aspettative sulla disoccupazione peggiorano, il saldo passa a 30 da 22. Lato aziende il sottoindice del clima di fiducia delle imprese dei servizi di mercato sale a 104,9 da 104,5, mentre scendono i sottoindici del settore manifatturiero, a 103,5 da 104,0, delle imprese di costruzione, a 111,8 da 113,3, e del commercio al dettaglio a 104,3 da 105,9.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail