Fondo di Garanzia per il microcredito al via: come funziona

Da ieri pmi e professionisti possono prenotare i fondi destinati a fornire garanzie statali per operazioni di microcredito.


Microcredito Mise

La sezione del Fondo centrale di Garanzia del Ministero dello sviluppo economico (che cos'è) riservata alle operazioni di microcredito è operativa da ieri.

Sul sito www.fondidigaranzia.it, imprese e professionisti possono prenotare i fondi destinati a fornire garanzie per l’accensione di finanziamenti fino a 25.000 euro, della durata di sette anni.

Con la Circolare numero 8/2015 del 26 maggio 2015 l'ente gestore del Fondo di garanzia, il Mediocredito Centrale, ha dato l'ok alla presentazione telematica delle domande. La sezione del Fondo di Garanzia (Piccole medie imprese) per il microcredito conta risorse per 40 milioni di euro, 10 milioni dei quali arrivano dai versamenti effettuati dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle.

Garanzia statale per il microcredito, la domanda

Le imprese e i professionisti interessati si registreranno sul sito internet sopracitato per prenotare la garanzia di ultima istanza fornita dallo Stato su micro prestiti forniti da banche o di altri intermediari finanziari abilitati. Il richiedente non avrà così bisogno di fornire ulteriori garanzia reali al finanziatore, garantisce lo Stato.

Fatta la prenotazione, gli interessati entro 5 giorni lavorativi dovranno andare in banca per presentare il proprio progetto e la richiesta di micro finanziamento relativa che deve essere valutata dall'istituto di credito.

Ad avvenuta conferma dalla garanzia ed entro i successivi 60 giorni va presentata la richiesta di ammissione appunto garanzia da parte di un soggetto finanziatore abilitato a operare con il Fondo. Attenzione però perché non tutte le banche convenzionate sono disposte al microcredito, qui il profressionista o pmi deve saggiare prima le intenzioni del finanziatore.

Con i decreti del Ministero dello Sviluppo Economico 24 dicembre 2014 e 18 marzo 2015 sono state integrate le Disposizioni Operative del Fondo di garanzia dello Stato estendendolo anche alle operazioni di microcredito.

Requisiti d'accesso al Fondo per il microcredito


La garanzia del fondo per i finanziamenti fino a 25mila euro come detto vale per imprese e professionisti essendo destinata a sostenere le imprese già costituite e/o i professionisti già titolari di partita IVA da non più di 5 anni.

I beneficiari della garanzia statale non devono avere più di 5 dipendenti, 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate e cooperative. Per quanto riguarda le condizioni patrimoniali, l’attivo deve ammontare a un massimo di 300mila euro, i ricavi lordi a 200mila euro massimo e il livello di indebitamento a non più di 100mila euro.

I professionisti devono essere ovviamente iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali indicate nell'elenco del Ministero dello sviluppo economico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail