Il sentiment dell'eurozona cala a giugno

A causa della crisi della Grecia, del rafforzamento dell'euro e della risalita dei tassi di interesse a lungo termine. Il sondaggio di Sentix.

Il sentiment nell'eurozona si indebolisce ancora a giugno sotto il peso dell'irrisolta crisi di liquidità e del debito greco e per il leggero rialzo della moneta unica europea, fattori che hanno spinto gli investitori a rivedere al ribasso le previsioni sulle prospettive di crescita economica di Eurolandia.

L'indice, elaborato da Sentix, che delinea il morale di investitori e analisti sulla zona euro, è calato infatti a giugno a 17,1 da 19,6 a maggio, al di sotto del consensus di un sondaggio di Reuters pari a 18,7.


"Non sorprende che il barometro economico sia peggiorato visto che il destino della Grecia non è ancora chiaro, la moneta unica si è rafforzata e anche i tassi di interesse a lungo termine sono aumentati recentemente"

dice Sebastian Wanke, analista di Sentix. Il sondaggio è stato condotto su 926 investitori sentiti tra il 4 e il 6 giugno.
I sotto indici fanno segnare un calo sia per le attese sia per i giudizi sulle condizioni attuali dell'economia. L'indice generale comunque rimane su livelli decisamente più elevati di quelli di inizio anno, la ripresa della zona euro c'è anche se non in via di consolidamento.

Ad esempio il sentiment sulla Germania locomotiva del vecchio continente mostra una flessione per il terzo mese di fila, con la componente sulle aspettative giù fino ai minimi di novembre scorso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail