Natale, Coldiretti: tiene la spesa per la tavola delle feste

Non sarà un Natale da champagne e ostriche, ma le spese per pranzi cene e cenoni delle feste faranno registrare comunque un +2,1%. 197 euro a famiglia. Sono le previsioni diffuse da Coldiretti sulla base dell'indagine Xmas Survey 2012 di Deloitte.

La spesa per gli alimentari tiene anche in tempi di crisi, o meglio sarà l’unica voce a tenere botta durante queste festività natalizie a fronte del calo previsto praticamente per tutti gli altri consumi, regali in cima (-9%). Gli acquisti per imbandire le tavole a Natale e Capodanno copriranno il 36% delle spese fatte dagli italiani durante i giorni di festa.

Da un sondaggio di Coldiretti-Swg risulta che a essere penalizzati di più saranno bevande e cibo provenienti dall’estero, con champagne (-24%) caviale e ostriche (-12%) in testa. Secondo quanto emerso, per il 44% degli italiani comprare prodotti locali significa alimentare un circuito virtuoso che crea ricchezza locale.

Per Coldiretti:

Non si rinuncia a preparare pranzi e cenoni o a gratificare parenti e amici ma si qualifica la spesa con una netta preferenza di prodotti del territorio locale e Made in Italy. Sulle tavole degli italiani crollano le mode esterofile pagate a caro prezzo come champagne, caviale, ostriche, salmone o ciliegie e pesche fuori stagione a favore dell'aumento dei prodotti Made in Italy magari a chilometri zero.

Sempre secondo l’analisi di Coldiretti sull’indagine campionaria di Deloitte, l'esigenza di risparmiare sui regali aumenterà il rischio contraffazione, dall’abbigliamento ai giocattoli, dalle tecnologie agli alimentari. Il 52% degli italiani si è infatti detto disponibile ad acquistare merce e prodotti contraffatti, abbigliamento e accessori in primo luogo, da mettere poi ai piedi dell’albero. Il rapporto Mise/Censis quantifica il giro d’affari della contraffazione in Italia in 6,9 miliardi di euro all’anno.

E a proposito di regali natalizi, stime ancora più in calo arrivano da un'indagine di Confcommercio-Format secondo cui non farà acquisti il 13,7% degli italiani, rispetto all'11,8% del 2011. Il restante 86% continuerà a non far mancare il suo regalo sotto l'albero, con un 15% in più di acquisti sul canale internet. Primi destinatari saranno i familiari (50,2%) e subito dopo se stessi (41,4%), prima di amici e colleghi.

Foto © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail