Grecia: fuga depositi dalle banche, timori di prelievo forzoso

fusa depositi Prelievo forzoso Grecia?

La crisi del debito greco, con Atene a rischio default e con lo spettro Grexit che aleggia, ha fatto ritirare oltre un miliardo di euro dalle banche elleniche soltanto nella giornata di venerdì, secondo quanto riporta Reuters che ha avuto la notizia da "tre fonti bancarie" dirette.

"Non ci sono file né panico, si tratta di un movimento di fuga dei depositi calmo e graduale. È un fenomeno legato ai timori sul raggiungimento di un accordo tra Atene e i creditori"

secondo una delle fonti citate.

La fuga dei depositi sarà anche "calma" ma tra lunedì e giovedì scorsi i greci - memori del prelievo forzoso a Cipro - hanno ritirato 3 miliardi di euro, il 2,2% dei depositi di famiglie e imprese che le banche greche detenevano a fine aprile.

Puntale è arrivato il commento del governatore della banca centrale greca secondo cui il sistema bancario ellenico rimane stabile. La parola d’ordine è ovviamente rassicurare correntisti, risparmiatori e investitori alla vigilia del decisivo Eurogruppo straordinario di domani.

"Il governatore della banca centrale greca conferma la stabilità del sistema bancario, del tutto garantito dall'azione congiunta di banca di Grecia e della Banca centrale europea"

spiega un comunicato dell’istituto centrale dopo l'incontro avuto dai vertici della banca con Euclid Tsakalotos, il capo dei negoziatori ellenici con i creditori internazionali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail