Grecia: i bancomat riprendono a funzionare gradualmente

I greci possono prelevare massimo 60 euro al giorno, lunghe file agli sportelli. Il governo Tsipras cerca di tamponare la fuga di depositi e le speculazioni finanziarie.

bancomat grecia


I bancomat della banche greche iniziano a funzionare gradualmente in queste ore dopo la pubblicazione del decreto del governo Tsipras che la scorsa notte ha chiuso banche, e Borsa, fino al 7 luglio limitando a 60 euro la cifra massima che i cittadini possono ritirare al giorno. Contro la copiosa fuga di depositi, di capitali e le speculazioni sui mercati finanziari.

Il Paese è a serio rischio default, ancor di più dopo il referendum indetto dal governo sulle “misure di austerità” proposte dall’Eurogruppo ad Atene. Un "referendum sulla permanenza o no nell’euro" ha detto senza mezzi termini il presidente della Repubblica francese Hollande mentre quello della Commissione europea Juncker invita in queste ore i greci a non chiudere la porta all’eurozona.

Tornando agli sportelli Atm la loro riattivazione progressiva arriva a 12 ore di distanza dalla pubblicazione del decreto del governo greco emesso a mezzanotte, a cavallo tra ieri e oggi. In tutto il paese ci sono circa 5.500 sportelli bancomat, lunghe code si erano già formate prima della riattivazione. Il decreto del governo consente i pagamenti con carta di credito nel Paese e altre transazioni entro i confini della Grecia tramite i servizi bancari online.

Le transazioni con i Paesi esteri invece sono state limitate alle urgenze, tipo l'acquisto di farmaci o di servizi medici. Solo per i turisti le restrizioni agli Atm non valgono: loro possono continuare a ritirare soldi e a fare transazioni usando carte di credito o di debito emesse nei Paesi d'origine.

Anche il pagamento delle pensioni dei greci, molti dei quali hanno solo il libretto previdenziale e nessuna carta di credito/debito, è esentato dalle limitazioni ma nessuna banca incaricata di fare questi pagamenti aprirà prima di oggi pomeriggio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail