Istat, spesa famiglie stabile dopo 2 anni di calo ma 6 su 10 tagliano sul cibo

Spesa famiglie stabile 2014  istat

L’Istat comunica che dopo 2 anni di calo, nel 2014, la spesa media mensile per le famiglie in valori correnti è in sostanza stabile e pari a 2.488,50 euro, lo 0,7% in più rispetto al 2013, in un contesto macro che tra il 2011 e il 2014, fa registrare una moderata crescita del reddito disponibile e della propensione al risparmio.

Per quanto riguarda la spesa alimentare questa rimane nel complesso stabile, pari a 436,06 euro al mese in media ma quasi 6 famiglie su 10 risparmiano sul cibo. La quota di nuclei che riducono quantità o qualità dei consumi alimentari è in calo dal 62% del 2013 al 59%, evidentemente ancora su livelli elevati.

In dettaglio, riduzioni della spesa si registrano per la carne, da 99,64 nel 2013 a 97,20 euro nel 2014, per oli e grassi (da 15,16 a 13,79 euro) e per le bevande analcoliche (da 20,61 a 19,66 euro). Aumenta invece la spesa per i piatti pronti e altre preparazioni alimentari, da 9,52 a 10,5 euro.

Resta praticamente stabile anche la spesa per beni e servizi non alimentari, uguale a 2.052,44 euro mensili in media. Inoltre per il secondo anno di fila sono in calo le spese per comunicazioni, servizi ricettivi e di ristorazione.

Dopo tre anni tornano invece crescere le spese per abbigliamento e calzature, quelle per mobili, articoli e servizi per la casa, per la salute, l'istruzione, la cura della persona e gli effetti personali, soprattutto nelle regioni del nord-ovest.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail