BCE: le ultime stime su crescita, disoccupazione e inflazione dell'eurozona

bce stime pil eruozona

La Banca centrale europea diffonde oggi le nuove stime sulla crescita economica dell'area euro, oltre a quelle su mercato del lavoro e sull'indice dei prezzi al consumo sulla base dell'ultimo sondaggio Survey of Professional Forecasters (Spf). L'Eurotower innanzitutto conferma che nel 2015 il Prodotto interno lordo (Pil) dell'Eurozona crescerà dell'1,4%.

Per il 2016 l'istituto centrale di emissione europea stima invece una crescita pari a +1,8%, previsione rivista al rialzo, rispetto all'ultima, dello 0,1%. Stessa crescita del Pil, +1,8%, anche nel 2017 mentre la stima di crescita di lungo termine del Prodotto interno lordo si attesta a +1,7%.

L'inflazione - che dalle secche della deflazione la Bce vuol far risalire fino al 2% contando sul suo piano di Quantitative Easing - per quest'anno è prevista a +0,2%, +0,1 punti percentuali in più rispetto alla precedente stima, mentre dovrebbe salire dell'1,3% (+0,1 punti) nel 2016 e a +1,6% nel 2017.

Il trend di lungo termine dell'inflazione è stato così alzato a +1,9% (+0,1% punti), ancora al di sotto del target di stabilità di lungo termine (+2%) fissato dal board della banca centrale.

Per quanto riguarda invece la disoccupazione, il tasso previsto per il 2015 viene rivisto con questa ultime stime lievemente al ribasso dall'11,1% all'11%, così come per il 2016, al 10,5% dal 10,6% precedente, e per il 2017, dal 10,1% al 10%. La tendenza di lungo termine della disoccupazione scende dal 9,2% al 9%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail