Renzi: tassa sulla prima casa abolita dal 2016

Matteo Renzi come Silvio Berlusconi dei tempi d'oro: dal 2016, promette il premier, via la tassa sulla prima casa che oggi si chiama Tasi e che ha sostituito l'Imu sull'abitazione principale, l'imposta introdotta dal governo Monti per ragioni di cassa dopo che l'ex Cavaliere con una manovra elettoralistica, elezioni 2008, l'aveva abolita (allora si chiamava Ici).

Ora Renzi ricalca quei passi con un annuncio che sembra guardare all'elettorato, secondo gli ultimi sondaggi un po' freddino con il Pd e con il gradimento nei confronti del premier in leggero calo.

"faremo le riforme nel 2016 elimineremo noi, perché gli altri hanno fatto la finta, la tassa sulla prima casa, l'Imu agricola e sugli imbullonati"

Basta che poi non arrivi un nuovo Monti a reintrodurla, o che il gettito del tributo sull'abitazione principale venga ricaricato su altre imposte o tasse.

"Se continueremo a tenere in pista il cantiere delle riforme, come credo, faremo una sforbiciata delle tasse che proseguirà nel 2017-18 in maniera puntuale. Per 5 anni avremo una riduzione delle tasse che non ha paragoni nella storia. Una rivoluzione copernicana, senza aumentare il debito"

ha annunciato il presidente del consiglio stamane "in casa", davanti Assemblea nazionale Pd. Chi vivrà vedrà, intanto l'aumento della tassa sui rifiuti, la Tari - che con Imu (Imposta municipale unica) e Tasi (tassa servizi indivisibili dei comuni) forma la Iuc (imposta unica comunale) - è aumentata del 20% sul 2014 (e di oltre il 100% rispetto al 2008).

Renzi toglie tassa  prima casa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail