Bce: la ripresa nell'Eurozona si rafforza

bce stime eurozona

La ripresa si rafforzerà nell'eurozona nella seconda parte dell'anno lasciandosi alle spalle sette anni di profonda crisi. Così secondo le previsioni della Banca centrale europea (Bce) che vede una crescita moderata nel secondo trimestre 2015 e

"in prospettiva, è atteso un ulteriore ampliamento della ripresa economica".

Nel bollettino economico dell'istituto centrale europeo di emissione si legge che la domanda interna sarà sorretta "dalle misure Bce" - che, lo ricordiamo, da marzo ha messo in campo un poderoso piano di quantitative easing - dalla progressione sulle riforme strutturali, dal risanamento dei conti pubblici, dal calo del prezzo del petrolio e dalle esportazioni.

"L'inflazione ha raggiunto il livello minimo agli inizi dell'anno, tornando in territorio positivo negli ultimi mesi"

grazie appunto al programma di allentamento monetario che prevede l'acquisto da parte della Bce di 60 mld di bond pubblici (dei paesi dell'eurozona) e privati al mese (fino a settembre 2016).

Nel bollettino diffuso oggi l'Eurotower aggiunge che l'inflazione, in base alle informazioni disponibili e ai prezzi correnti dei contratti future sul greggio dovrebbe rimanere bassa nei prossimi mesi

"per poi aumentare a fine anno, in parte per gli effetti connessi al calo delle quotazioni petrolifere al termine del 2014".

Nel 2016 e nel 2017 l'inflazione è vista in ulteriore aumento.

  • shares
  • +1
  • Mail