Più letture e indennizzi ai clienti contro il caro bolletta

caro bollette

In futuro potremmo avere bollette sempre più basate su consumi effettivi in virtù delle previste novità in materia di obblighi di lettura, di incentivi per favorire la diffusione dell'autolettura da parte del cliente e ancora grazie a nuovi criteri in grado di ridurre la differenza tra valori reali e stimati.

Inoltre si punta sull'aumento della periodicità di invio delle bollette, del divieto di fatture miste, ovvero con dati effettivi e stimati se si sceglie la fatturazione mensile, su indennizzi automatici per i ritardi e su tempi certi per le bollette di chiusura in caso di cambio gestore, volture o disattivazione.

Tutte misure proposte dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas (Aeeg) presentate con il "Documento per la consultazione fatturazione nel mercato retail". I soggetti interessati posssono far pervenire le loro osservazioni all'autorità entro il 30 settembre 2015

Gli interventi riguardano tutti i piccoli clienti, in regime di tutela come nel mercato libero, e si basano anche sui primi risultati dall'indagine conoscitiva dell'Aeeg sulla fatturazione da cui si rileva che le bollette basate su consumi effettivi, non contenenti cioè consumi stimati, sono il 75% circa del totale nel settore elettrico (in cui il 98% dei clienti ha il contatore elettronico telegestito) e solo l'8,5% nel settore gas, dove però la diffusione del contatore telegestito è all'inizio.

Per l'incremento della periodicità della fatturazione si pensa alla possibilità di concordare una maggiore frequenza rispetto a quelle previste dalla regolazione, anche perché il cliente abbia maggiore contezza dei propri consumi.

Per chi consuma tra i 500 e i 5.000 Smc all'anno di gas l'obbligo minimo di invio passa dalle 2 o 3 volte l'anno attuali a un periodo bimestrale, fermo restando che la frequenza della fatturazione dovrà essere sempre coerente con il periodo dei consumi e la fattura andrà emessa entro 45 giorni dal termine del periodo di riferimento, altrimenti scatterà il pagamento di un indennizzo automatico di 20 euro a favore del cliente finale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail