Bankitalia: debito pubblico ed entrate in calo a giugno

Bankitalia debito pubblico in calo giugno

Il debito pubblico italiano a giugno 2015 cala di 14,6 miliardi, per attestarsi a quota 2.203,6 miliardi. Bankitalia nel Supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" spiega che la diminuzione è stata in sostanza uguale all'avanzo di cassa del mese (14,5 miliardi).

Le disponibilità liquide del Tesoro sono rimaste invariate, pari a 100,9 miliardi (dai 105,3 di giugno del 2014) mentre la rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione, il lieve apprezzamento dell'euro e gli scarti di emissione hanno fatto scendere il debito di 0,1 miliardi.

In relazione ai sottosettori, a giugno il debito delle amministrazioni pubbliche centrali è calato di 12,1 miliardi, quello delle amministrazioni locali di 2,4 miliardi e il debito degli enti di previdenza è rimasto praticamente invariato.

Nel primo semestre dell'anno, il debito delle amministrazioni pubbliche è salito di 68,7 miliardi, il fabbisogno complessivo è stato di 18,5 miliardi e le disponibilità liquide del Tesoro sono cresciute di 54,5 miliardi.

Per quanto riguarda le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato queste sono state pari a giugno a 41,0 miliardi, in calo rispetto allo stesso mese del 2014 (42,7 miliardi).

Nei primi sei mesi dell'anno rate tributarie sono state in tutto pari a 187,1 miliardi, in lieve calo rispetto a quelle dello stesso periodo dell'anno precedente (188,1 miliardi).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail