Il 730 compie 30 detrazioni: auguri a tutti i contribuenti!

Le 30 detrazioni del 730 Tempo di scadenze fiscali per tutti i contribuenti che si troveranno a breve a consegnare le proprie dichiarazioni dei redditi a Caf e commercialisti di fiducia (v. comunicato Agenzia delle Entrate). Il Fisco concede un po' di tempo in più per consegnare il 730: il Governo ha infatti stabilito, nonostante le proteste dei professionisti, un breve slittamento quest'anno in considerazione di tutte le novità fiscali arrivate con l'ultima Finanziaria. Ma - è stato più volte sottolineato - i termini l'anno prossimo torneranno gli stessi del 2006. Vengono riconfermate le detrazioni per le spese in badanti, asili nido, salute, ristrutturazioni, mutui, o in contributi a paesi in via di sviluppo, partiti politici, Onlus, istituzioni religiose. Sono circa una trentina le spese detraibili che danno diritto ad un risparmio d'imposta alle quali si aggiungono le spese deducibili che riducono l'imponibile. Ecco un breve vademecum per alleggerire il conto dell'erario:

Scadenze

Chi ricorre al 730 deve consegnarlo ai Caf o agli intermediari che prestano assistenza fiscale entro il 15 giugno, chi presenta Unico cartaceo in banca o alle Poste deve farlo entro il 2 luglio, mentre Unico on line va trasmesso entro il 31 luglio. Per accedere al servizio basta andare sul sito dell'Agenzia e registrarsi ai servizi telematici. Gli eventuali rimborsi di imposta, per i dipendenti, arriveranno con la busta paga di luglio.

Spese documentate

La spesa che si vuole portare in detrazione (riduzione d'imposta) o deduzione (riduzione dell'imponibile) a seconda di cosa prevede la norma va documentata con scontrino fiscale, ricevuta, fattura etc.

Quali spese

La detrazione d'imposta del 19% è riconosciuta per una vasta gamma di spese sostenute sia nelproprio interesse che per le persone fiscalmente a carico, ad esempio le spese per l'acquisto dei farmaci o per una visita dal dentista, le medicine per il cane e quanto pagato per l'istruzione superiore o universitaria dei figli, ma anche le somme erogate per sostenere una Onlus o per adottare un bambino a distanza, o ancora gli interessi sul mutuo della prima casa, insieme con le spese per l'asilo nido. Una particolare attenzione viene inoltre dedicata ai diversamente abili, i quali hanno diritto a diverse agevolazioni fiscali tra cui una detrazione del 19% per l'acquisto di veicoli.

Come compilare la dichiarazione dei redditi

Per quanti non abbiano intenzione di ricorrere a intermediari è disponibile online, lo ricordiamo, un software di compilazione per l’Unico Persone Fisiche che permetterà di snellire considerevolmente le procedure e i tempi di consegna.

Per inviare la dichiarazione Unico 2007 via Internet è necessario essere in possesso del Pin che si ottiene registrandosi ai Servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, all’interno del sito.

Come gli altri anni, il software è corredato di un utilissimo Help in linea che aiuta i contribuenti, anche i non esperti, alla compilazione del modello.
A coloro che sono già in possesso del codice Pin, il nuovo prodotto consente inoltre di precompilare il modello Unico PF 2007 con alcune informazioni ricavate dalla dichiarazione presentata per il precedente periodo d’imposta (Unico 2006 o 730 2006).
A partire da domani, venerdì 11 maggio, sarà infatti possibile scaricare dal sito Servizi telematici un file contenente alcuni dati rilevati dalla dichiarazione presentata nel 2006 e l’elenco dei versamenti effettuati mediante il modello F24 per lo stesso periodo d’imposta (v. comunicato).

Compilazione

Consigliamo inoltre a quanti intendano intraprendere l'arduo compito di auto-compilazione di leggere questo interessante vademecum presente sul sito di Diritto&Diritti per una corretta dichiarazione Irpef.

Esoneri

Il 730 va consegnato al Caf entro il prossimo 15 giugno, ma innanzitutto è bene ricordare che non tutti sono tenuti a compilarlo. Infatti, non è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi chi ha posseduto:


  • redditi per un importo complessivamente non superiore ad 3.000 euro;
  • un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, non superiore a 7.500 euro, nel quale concorre un reddito di lavoro dipendente o assimilato con periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni e non sono state operate ritenute;

  • un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, non superiore a 7.000 euro nel quale concorre un reddito di pensione con periodo di pensione non inferiore a 365 giorni e non sono state operate ritenute;

  • solo redditi di lavoro dipendente (anche se corrisposti da più soggetti ma certificati dall’ultimo sostituto d’imposta che ha effettuato il conguaglio) e reddito dei fabbricati, derivante esclusivamente dal possesso dell’abitazione principale e di sue eventuali pertinenze (box, cantina, ecc.);

  • solo redditi da pensione per un ammontare complessivo non superiore a 7.500 euro ed eventualmente anche redditi di terreni per un importo non superiore ad 185,92 euro più l’u nità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze;

  • solo redditi di lavoro dipendente o di pensione corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto;

  • solo redditi esenti e compensi per un importo complessivamente non superiore a 7.500 euro derivanti da attività sportive dilettantistiche;

  • solo redditi di lavoro dipendente corrisposti da più soggetti, se ha chiesto all’ultimo datore di lavoro di tener conto dei redditi erogati durante i precedenti rapporti e quest’ultimo ha effettuato conseguentemente le operazioni di conguaglio;

  • solo redditi derivanti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto intrattenuti con uno o diversi sostituti d’imposta, se interamente conguagliati, ad eccezione delle collaborazioni di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale rese in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche nonché in favore di cori, bande e filodrammatiche da parte del direttore e dei collaboratori tecnici;

  • solo redditi derivanti dall’abitazione principale e sue pertinenze;

  • solo redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta;

  • solo redditi soggetti ad imposta sostitutiva.
  • (v. Guida alla compilazione)
  • shares
  • +1
  • Mail