Scuola: per libri, zaini e cancelleria “stangata” da 1100 euro

Students follow a course at the Roma Tre university on November 27, 2012 in Rome. About 870 teachers are working in the eight faculties of the University.   AFP PHOTO / TIZIANA FABI        (Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Messe alle spalle le spese per le vacanze estive ecco profilarsi all’orizzonte la “stangata” connessa al ritorno in aula. L’anno scolastico inizierà lunedì 7 settembre a Bolzano e, nei giorni successivi, nelle restanti province italiane, fino a mercoledì 16 settembre, giorno di avvio per gli studenti di Puglia e Veneto.

Il Codacons ha provato a stimare quanto si spenderà per l’acquisto dei libri e del materiale scolastico (penne, diari, quaderni, zaini, astucci) e la cifra che ne è venuta fuori è di circa 1100 euro. I libri dovrebbero rappresentare la parte più onerosa della spesa (circa 600 euro), mentre la cancelleria e il resto del materiale scolastico costerà all’incirca 500 euro.

La forbice dei costi dei libri di testo resta ampia ed è condizionata sia dal livello di istruzione, sia dalle scelte compiute dai singoli istituti scolastici (si va dai 280 euro ai 600 euro).

Alla vigilia dell’inizio delle lezioni, il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha ricordato che per rendere effettive le novità imposte dalla riforma saranno necessari alcuni anni. La prima novità della “buona scuola”, insomma, sarà la “stangata” per le famiglie costrette a sborsare sempre di più per far studiare i propri figli.

Via | Codacons

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail