Poste perde l'esclusiva su notifiche multe e atti giudiziari

poste-italiane

Poste italiane perde l'esclusiva sulla notifica di atti giudiziari e multe.Da giugno 2016, come voluto dal governo, si dirà dunque addio alla riserva legale di Poste dopo che le commissioni Finanze e Attività produttive della Camera dei deputati hanno dato l'ok all'articolo 18 del ddl Concorrenza.

Il ddl prevede che dal 10 giugno 2016 l'attribuzione esclusiva della consegna delle notifiche di atti giudiziari e multe venga bloccata. Poste Italiane, alla cui guida c'è l'amministratore delegato Francesco Caio, non fa i salti di gioia per la decisione; del resto per un gruppo che vuole in parte privatizzarsi accettare le sfide del mercato e non avere più i privilegi di un tempo dovrebbe essere normale.

Caio lunedì 14 settembre a New York incontrerà gli investitori istituzionali in vista della quotazione di Poste in borsa. Durante il lavoro della commissione parlamentare critiche allo stop alla riserva legale di Poste sono state avanzate anche dai rappresentanti di Confindustria.

Un emendamento prorogava il termine per l'esclusiva di Poste su multe e notifiche giudiziarie al 31 dicembre 2017, quindi ben oltre la data del collocamento sul mercato del 40% di Poste che avverrà tra ottobre e novembre di quest'anno, ma non è stato preso in esame.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail