500 euro per l'aggiornamento degli insegnanti in busta paga a ottobre

500 euro docenti

500 euro per l'aggiornamento e la formazione dei professori. L'annuncio a sorpresa è stato dato ieri sera dal ministro Stefania Giannini durante la trasmissione Zapping su Rai Radio Uno. A confermare il bonus aggiornamento per i docenti è stamattina il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone, sul suo profilo Facebook, che si dice sicuro sul fatto che i 500 euro, netti, saranno disponibili in busta paga già dal prossimo mese di ottobre e che la misura riguarderà 700.000 insegnanti.

I 500 euro per l'aggiornamento e la formazione dei docenti saranno in busta paga già da ottobre. Tassello dopo tassello...

Posted by Davide Faraone on Wednesday, 16 September 2015


"Tassello dopo tassello il quadro de #labuonascuola si va componendo, rendendo concreti gli interventi che governo e Parlamento hanno previsto per migliorare la scuola italiana. Nelle prossime settimane i docenti avranno la possibilità di usare queste risorse per spese culturali: teatro, acquisti di libri, corsi di aggiornamento, abbonamenti a riviste. O qualsiasi altra cosa ritengano utile per la loro formazione. I 500 euro, infatti, saranno a disposizione da subito. E' una decisione che abbiamo preso e che abbiamo fortemente voluto per gli insegnanti, affinché questi soldi fossero disponibili già a inizio anno scolastico. La card, invece, verrà attivata l'anno prossimo. 500 euro per circa 700 mila insegnanti. Il totale lo lascio calcolare a voi".

Quindi gli insegnanti dovrebbero vedersi accreditato il primo contributo per l'autoformazione con lo stipendio di ottobre 2015. Giannini ieri sui tempi era stata più cauta dicendo che il contributo è "oramai legge" e che per quest'anno "sarà dato in busta paga, forse già a ottobre".

La Uil Scuola neo giorni scorsi, aveva denunciato che mancava il decreto di attuazione del comma 122 sulla formazione dei docenti e che quest'ultimi sa la sarebbero dovuta pagare da soli. Per quest'anno i 500 euro andranno direttamente in busta paga dal "prossimo anno, ci sarà la card del docente, con cui fare gli acquisti per la formazione, libri e non solo" aveva concluso il ministro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail