Riforma pensioni: opzione donna e uomo, le ipotesi in campo

riforma pensioni renzi

La riforma delle pensioni nella legge di Stabilità 2016. Il governo sta lavorando alla flessibilità in uscita assicura il ministro del Welfare Giuliano Poletti dopo l’accelerazione imposta dal premier che su un tema così caldo non vuole perdere terreno. Due le ipotesi forti per la pensiona anticipata: opzione donna e opzione uomo (disoccupato e a pochi anni dall'uscita dal lavoro).

“Sappiamo che c'è un aspetto da risolvere legato a uno scalino alto che blocca il turn over introdotto dalla Legge Fornero" ha detto il ministro del Lavoro Poletti ieri a Modena. "In questo momento stiamo valutando opzioni e punti di equilibrio assieme al ministro dell'Economia Padoan".

E Renzi gli ha fatto eco in direzione Pd. Sulla riforma il presidente del consiglio ha dichiarato: "Sulle pensioni condivido la linea di Padoan: i conti pensionistici non si toccano, non andiamo ad intervenire mettendo la voce più sui costi delle pensioni. Ma se esiste la possibilità, e stiamo studiando il modo, per cui in cambio di un accordo si può consentire la flessibilità è un gesto di buon senso e buona volontà".

In campo c’è una nuova opzione donna, con l’esecutivo che pensa all'uscita anticipata delle donne dal lavoro dal 2016 a 62-63 anni con 35 di contributi ma al posto del ricalcolo totalmente contributivo (con un taglio dell'assegno fino al 30%) la riduzione della pensione verrebbe legata alla speranza di vita e sarebbe pari al 10% per tre anni di anticipo rispetto all'età della pensione di vecchiaia.

Per quei lavoratori che perdono il lavoro a pochi anni dalla pensione si fa strada invece l’opzione uomo, cioè andare in pensione con 3 anni di anticipo rispetto all'età di vecchiaia - 66 anni e 7 mesi dal 2016 - con un taglio dell'assegno legato all'equità attuariale, ovvero il tempo più lungo di percezione dell'assegno, e non al riconteggio contributivo. Allo studio di Palazzo Chigi anche il prestito pensionistico: un assegno di solidarietà per i casi di maggiore disagio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail