Stati Uniti, da oggi le carte di credito avranno il chip

Le nuove è più sicure carte di credito munite di chip sono di fatto obbligatorie a partire da oggi.

Sembra assurdo ma negli Stati Uniti fino a ieri le carte di credito avevano come unico dispositivo di sicurezza la banda magnetica. Quelle più moderne e difficili da clonare, provviste di chip, vengono introdotte ufficialmente a partire da oggi, mentre sono già diffusissime in Europa e in Asia. Il motivo di tale ritardo è da imputare alla reticenza da parte dei commercianti di fornirsi dei più moderni dispositivi capaci di accettare le nuove carte, questo perché non erano disposti a pagare di tasca propria l'adeguamento tecnologico.

A rompere gli indugi ci hanno pensato Visa e Mastercard che da oggi non rimborseranno più i consumatori per le frodi che avvengono negli esercizi non forniti dei nuovi PoS, saranno gli stessi esercizi ad esserne responsabili. Con il nuovo sistema, che è leggermente più lento del precedente, i consumatori dovranno inserire la loro carta nel PoS e poi attendere prima di apporre la propria firma sul touch screen. In Europa e Asia si usa un pin, in America hanno optato per la vecchia firma, anche se meno sicura, per non creare disagi alle persone con problemi di memoria.

Certo però i problemi, soprattutto nei primi tempi, non mancheranno. Secondo il sito CreditCards.com soltanto il 40% degli americani ad oggi è fornito delle nuove carte di credito, le banche provvederanno a sostituire le carte a tutti i loro clienti nei prossimi mesi. Inoltre secondo Mastercard soltanto un quarto degli esercenti si è già adeguato alla nuova tecnologia, il passaggio completo potrebbe durare fino alla fine del 2017. La novità riguarda anche gli sportelli e le carte bancomat.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail