Il "marchio" Italia nella top ten 2015 di Brand Finance

Tuttavia l'effetto marchio Italia fornisce ancora poco aiuto alle nostre aziende.

brand finance Italia

Il "marchio" Italia è nella top ten della classifica redatta da Brand Finance per l’anno 2015. Con un valore di 1.455 miliardi di dollari, il brand delle imprese italiane sale del 12% sul 2014. Al primo posto della classifica ci sono gli Stati Uniti con un valore complessivo dei marchi delle aziende americane che supera i 19mila miliardi di dollari e al secondo la Cina con 6.300 miliardi.

Per il Belpaese, Brand Finance spiega che le riforme continuano a rafforzare il brand Italia migliorando l'effetto positivo sui marchi delle aziende e dei prodotti italiani. Tuttavia l'effetto marchio Italia fornisce ancora poco sostegno alle aziende italiane. Il marchio Italia - con rating A, cioè forte - si trova al 59° posto, vicino a Marocco, Slovenia e Azerbaijan nella classifica dei paesi classificati per la forza del brand.

Quello che ci penalizza è l'organizzazione sociale, al miglioramento del fare impresa non corrisponde una buona fruizione di beni e servizi. Le imprese Italiane hanno comunque aumentato del 12% il valore del brand nazionale salendo al nono posto nella classifica dei paesi ordinati in base al valore totale di tutti i marchi nazionali.

Il valore del brand nazionale tedesco invece, tra scandali (Volkswagen, Deutsche bank) e la rigidità nella politica internazionale fanno uscire la Germania dalla top 10 delle nazioni con il brand più forte.

Gli USA si confermano invece come il paese con il più alto valore del brand nazionale grazie al proprio Pil e al rating AAA-, molto forte. Giudizio basato su diversi fattori tra cui la predominanza nella cultura e nell'intrattenimento.

Il marchio più forte al mondo è Singapore (rating AAA) grazie all'ottima organizzazione di questo paese e un valore di 442 miliardi di dollari della sue imprese e al secondo gradino del podio c’è la Svizzera. L'Iran, paese dalle grandi potenzialità, è quello che segna la maggiore crescita del valore del brand nazionale, nonostante un rating A-, non forte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail