Inflazione cala oltre le attese a settembre

inflazione in calo a settembre

L'inflazione è calata a settembre dello 0,4% su base congiunturale (da -0,3 della lettura flash) aumentando invece dello 0,2% su base annua, in misura comunque inferiore alla stima preliminare (+0,3%) per lo stesso tasso tendenziale registrato nel trimestre precedente.

L'Istat spiega che l'indice dei prezzi al consumo, al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, la cosiddetta inflazione di fondo, sale allo 0,8% mensile, da +0,7% ad agosto e al netto dei soli beni energetici si porta allo 0,9%, da +0,8% del mese precedente.

La flessione su base mensile dell'indice generale è imputabile soprattutto al ribasso dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (-4,0%), su cui influiscono fattori di natura stagionale, calo dei prezzi in parte compensato dall'aumento dei prezzi degli Alimentari non lavorati (+1,7%). In questo quadro l'inflazione acquisita per il 2015 scende a +0,1% dal +0,2% stimato dall'Istat ad agosto.

I prezzi del carrello della spesa (dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona) invece sono aumentati dello 0,6% su base mensile e dell'1,2% su base annua. A trainare "il carrello" sono stati i prezzi dei vegetali freschi, in aumento del 10,5% sul mese precedente e del 13,5% rispetto a settembre dell'anno scorso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail