Fisco: 220mila avvisi bonari per anomalie nel 730 precompilato

In questi giorni l'Agenzia delle Entrate sta inviando avvisi bonari per avviare di possibili anomalie.

Agenzia delle Entrate avviso bonario anomalie 730 precompilato

L'Agenzia delle Entrate sta inviando circa 220mila avvisi bonari in questi giorni per avvisarli di possibili anomalie nei 730 precompilati.
Che cosa fare se si riceve un avviso bonario? C'è tempo fino al 29 dicembre per un ravvedimento operoso con Unico e le sanzioni sono ridotte entro quella data.

Nella lettera c'è invito a verificare la propria posizione e a porvi rimedio senza andare incontro a controlli. Gli inviti bonari sono invaiti a coloro che non hanno presentato la dichiarazione pur avendo percepito più redditi da lavoro dipendente o da pensione da diversi datori di lavoro o enti previdenziali che non hanno effettuato il conguaglio delle imposte.

Per rimediare occorre presentare il modello Unico Persone Fisiche entro 30 giorni dalla scadenza ordinaria (che è stata il 30 settembre) ossia entro il 29 dicembre 2015. Con il ravvedimento operoso si beneficia di una riduzione delle sanzioni che sono solitamente rivolte a chi presenta tardiva dichiarazione.

L'Agenzia delle Entrate ha spiegato che in passato questo tipo di anomalie segnalate in questi giorni con gli inviti bonari venivano riscontrate a distanza di anni e venivano applicate sanzioni e interessi in misura piena, quest'anno, invece, grazie al 730 precompilato, le anomalie sono state individuate praticamente in tempo reale e i contribuenti hanno la possibilità di rimediare immediatamente con il ravvedimento operoso e dunque con sanzioni più basse.

Chiunque abbia bisogno di informazioni o assistenza nella compilazione della dichiarazione deve rivolgersi agli uffici territoriali dell'Agenzia delle Entrate o chiamare il call center a questi numeri: 848.800.444; 0696668907 (dal cellulare); +39 0696668933 (dall'estero).

  • shares
  • Mail