Istat: fatturato industria in calo ad agosto


Fatturato industriale agosto

Il fatturato dell'industria italiana cala ad agosto 2015 sia su base mensile che tendenziale secondo i dati diffusi oggi dall'Istat. La diminuzione su luglio è pari all'1,6%, con variazioni negative sia sul mercato interno (-2,2%) che su quello estero (-0,5%). Il fatturato totale, corretto per gli effetti di calendario (21 giorni lavorativi contro i 20 di agosto 2014) scende del 2,4% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, con flessioni del 3,3% sul mercato interno e dello 0,4% su quello estero.

In questo quadro gli ordini all'industria calano ad agosto del 5,5% su luglio, come sintesi di un -7,4% per gli ordinativi interni e di un -2,8% per quelli esteri. Rispetto ad agosto 2014 l'indice grezzo degli ordinativi mostra invece una crescita del 2,1% con l'aumento più consistente che si ha nel settore dei mezzi di trasporto (+14,3%) mentre il calo maggiore si registra nelle industrie tessili (-6,5%).

Nella media dei tre mesi terminati ad agosto, l'indice complessivo del fatturato segna un diminuzione dello 0,1% sui tre mesi precedenti con variazioni uguali sia per il fatturato interno che estero. Più in dettaglio ad agosto 2015 gli indici destagionalizzati del fatturato mostrano decrementi su base mensile per l'energia (-5,9%), per i beni intermedi (-2,2%) e per i beni di consumo (-2,1%), mentre i beni strumentali segnano un aumento dello 0,8%.

Su base tendenziale l'indice grezzo del fatturato aumenta dello 0,8% e il contributo maggiore a tale dinamica è dato dalla componente interna dei beni strumentali. L'aumento annuo più rilevante per il fatturato si registra nella fabbricazione di mezzi di trasporto (+21,0%), la maggiore flessione è relativa alla fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-19,7%).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail