Legge di Stabilità 2016: rischio aumento addizionali Irpef, Irap e ticket sanitari


aumento tasse legge di stabilità

Secondo il premier Matteo Renzi la legge di stabilità 2016 taglia come non mai le tasse e i comuni non potranno innalzare le aliquote per far fronte al mancato incasso dall’abolizione della Tasi sulla prima casa ma il sottosegretario all’Economia Zanetti lo smentisce almeno in parte dicendo che il blocco all’incremento delle tasse locali "non varrà per le Regioni con disavanzi sanitari" che potranno quindi aumentare le addizionali. Le Regioni in questione sono Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Sicilia, Calabria, Piemonte, Puglia.

A Zanetti fa eco il coordinatore degli assessori al Bilancio delle Regioni Massimo Garavaglia secondo cui "la legge prevede un aumento automatico di addizionali Irpef e Irap, ma i presidenti e le giunte possono anche scegliere di agire sui ticket". Per la sanità le coperture finanziarie stanziate sono minori a quelle concordate a luglio nella conferenza Stato-Regioni.

Al possibile aumento delle addizionali regionali Irpef e Irap o dei ticket sanitari va aggiunto l’incremento dell’Imu sulle seconde case e sugli immobili strumentali. Tra le altre novità delle Legge di Stabilità gli sconti fiscali per l'acquisto dei mobili, fino a 4.000 euro, anche per le coppie che convivono da tre anni almeno e comprano casa purché uno dei due non abbia più di 35 anni di età.

Nel 730 precompilato 2016 ci saranno anche le spese funebri e quelle universitarie che daranno diritto a detrazioni. La manovra taglia invece i fondi per i Caf e i patronati e contiene anche una stretta al turn over nella pubblica amministrazione. Oggi o domattina al massimo il testo definitivo della Legge di Stabilità arriverà in parlamento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail