Rinnovo contratto statali: sindacati pronti allo sciopero generale

rinnovo  contratti statali

Sul rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici, previsto nella legge di Stabilità 2016 dopo oltre un lustro di blocco, i sindacati si dicono pronti allo sciopero generale. I segretari di Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa, rispettivamente Rossana Dettori, Giovanni Faverin, Giovanni Torluccio e Nicola Turco, in una nota congiunta spiegano che sul del contratto dei pubblici dipendenti il governo deve finirla con le provocazioni pensando piuttosto ad aprire un tavolo per discuterne.

I lavoratori pubblici vogliono e meritano infatti:

un rinnovo dignitoso, che dopo 6 anni di paralisi totale, significa 150 euro di aumento medio con produttività e riconoscimento professionale, altro che l'equivalente di una mancia come vorrebbe il Governo.

E ancora:

se per far arrivare il messaggio servirà andare allo sciopero generale noi siamo pronti.

Per i sindacati di categoria:

"liberare la contrattazione è l'unico modo per produrre innovazione vera, partecipata dai lavoratori pubblici, e riportare la PA in linea con le esigenze reali del Paese.

Perciò lo sciopero generale sarà più di una semplice opzione:

se dalla politica non verranno risposte. E prima faremo una mobilitazione forte e capillare sia a livello nazionale che territoriale cercheremo il confronto con la società civile, punteremo a creare alleanze sociali partendo dai bisogni delle persone. Perché non si tratta solo di garantire ai lavoratori pubblici retribuzioni adeguate ed esigibilità dei diritti, ma di tenere insieme la valorizzazione delle professionalità e il diritto dei cittadini a un'amministrazione pubblica sostenibile negli assetti, trasparente nell'uso delle risorse, ed efficace nel dare risposte alle comunità

conclude il comunicato. Con il ddl Stabilità il governo Renzi ha stanziato 300 milioni per il rinnovo dei contratti, 74 dei quali serviranno per polizia e forze armate. Regioni ed enti locali invece dovranno trovare da soli le risorse per il rinnovo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail