Istat: aumenta la fiducia di imprese e consumatori

Consumatori mai così ottimisti da 13 anni, imprese al massimo dal 2007

17:28 - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, intervenendo a L'Avana dove si trova in visita di Stato, si è detto "soddisfatto" dei dati Istat sulla fiducia di consumatori e imprese:

"Per la prima volta dopo anni c'è in Italia un cambiamento di clima profondo. Come certifica l'Istat, la fiducia dei consumatori e delle imprese è tornata a livelli pre-crisi. L'Italia ci crede, noi ci siamo"

28 ottobre 2015, ore 11:46 - Secondo quanto rileva l'Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) l'indice del clima di fiducia dei consumatori italiani, espresso in base 2010=100, è in aumento a ottobre 2015 a 116,9 da 113,0 del mese precedente: per quanto riguarda invece la fiducia delle imprese ad ottobre è in crescita per il terzo mese consecutivo e segna il livello più alto dall'inizio della crisi (ottobre 2007): nel commercio al dettaglio migliorano sia i giudizi sulle vendite correnti, sia le attese sulle vendite future e in diminuzione sono giudicate le giacenze di magazzino.

Secondo quanto sottolineato dall'ISTAT sono in espansione tutte le componenti della fiducia a partire da quella economica; migliorano i giudizi e le attese sulla situazione economica del paese e calano le attese di disoccupazione. Tutte le stime delle componenti del clima di fiducia dei consumatori sarebbero in aumento, con un incremento più marcato per quella economica e più lieve per quella personale. Nel settore del commercio, in particolare, l'indice di fiducia tocca il livello maggiore dall'inizio delle serie storiche (gennaio 2003).

Seconto ISTAT, per quanto riguarda le imprese è in crescita il clima di fiducia dei servizi di mercato, quello della manifattura e quello del commercio al dettaglio. Sarebbe invece in calo quello delle costruzioni, dove peggiorano i giudizi sugli ordini e i piani di costruzione.

Nelle imprese manifatturiere migliorano sia i giudizi sugli ordini sia le attese sulla produzione.

Nelle imprese dei servizi migliorano le attese sull'andamento generale dell'economia e si riducono invece sia i giudizi sia le attese sul livello degli ordini. Secondo quanto riferisce l'Ansa citando dati Istat, l'Istituto di statistica segnala un miglioramento delle intenzioni di acquisto dell'autovettura dei consumatori, mentre restano stabili gli orientamenti all'acquisto di un'abitazione e diminuiscono i progetti di manutenzioni straordinarie nella propria casa. In generale sono in aumento i giudizi positivi sull'opportunità di acquisto di beni durevoli per la crescita di coloro che ritengono di poter spendere "molto di più che in passato per questi beni" (al 23,2% dal 22,7%).

  • shares
  • +1
  • Mail