Michelin, 578 esuberi in Italia: la "mappa" dei licenziamenti

Michelin fossano

Aggiornamento 9 novembre 2015 ore 11.35 - Michelin taglierà 578 posti di lavoro In Italia. Il piano strategico 2016-2020 conferma le prime informazioni con la chiusura entro il 2016 dello stabilimento di Fossano (Cuneo). La Fiom-Cgil ha già indetto uno sciopero e una manifestazione. In dettaglio i licenziamenti saranno 400 Fossano, 120 a Torino, 30 ad Alessandria e 28 nella fabbrica di Tribano (Padova). Michelin in una nota fa sapere che si impegnerà ad assistere "ogni dipendente nel trovare un impiego alternativo". Il presidente della regione ha detto che incontrerà i veraci aziendali nei prossimi giorni.

Michelin chiude a Fossano: tagliati 578 posti di lavoro. Landini: "inaccettabile"

4 novembre 2015

Aggiornamento ore 12:30 - Il segretario generale della Fiom Maurizio Landini, stamattina presente al presidio davanti ai cancelli dello stabilimento Michelin di Fossano (Cuneo), parla di "decisione inaccettabile da parte dell'azienda che vuole chiudere il sito e licenziare ben 578 dipendenti: "Vogliamo aprire con l'azienda una discussione sul piano industriale, che finora non c'è stata. Non siamo disponibili ad accompagnare processi di chiusura di stabilimenti e licenziamenti. Se lo scordino".

Michelin chiuderà alcune stabilimenti in Europa, in Italia a Fossano, per aumentare la produzione in altri, con minori costi, per tenere testa alla concorrenza dopo anni di crisi economica.

Il gruppo francese rende noto che nei prossimi mesi comincerà a tagliare 578 posti di lavoro in Italia, 180 in Germania e 860 nel Regno Unito. Il produttore di pneumatici ha comunicato che sui suoi conti pesano oneri da svalutazioni one off per 280 milioni quest'anno, soldi che servono per finanziare la ristrutturazione.

Michelin intende ridurre i costi concentrandosi su prodotti di fascia più alta in modo da affrontare una concorrenza sempre più insidiosa da parte dei rivali cinesi che vendono a costi parecchio inferiori. Così a fine 2016 è prevista la chiusura dell'impianto Michelin di Fossano (Cuneo) per sovracapacità.

La società dice anche di voler investire 265 milioni per modernizzare gli impianti produttivi e la rete di logistica in Italia e nel Regno Unito. La forza lavoro impiegata da Michelin in Europa conta oltre 65.000 persone suddivise in 40 siti produttivi che rappresentano il 40% del giro d'affari del gruppo transalpino.

In Italia, la produzione aumenterà solo nelle fabbriche Michelin di Cuneo, in cui si producono pneumatici per auto e piccoli camion, e di Alessandria dove si trova un nuovo impianto di produzione di gomme per camion.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail