Legge di Stabilità, sanatoria per le spiagge? Spunta condono salva-concessioni

condono salva concessioni balneari

Nella legge di Stabilità 2016 ci sarà spazio per una sanatoria per le spiagge. Anche Area Popolare (AP) di cui è leader il ministro dell'interno Angelino Alfano, dopo Forza Italia, ha presentato un emendamento salva-concessioni balneari. Si tratta di allungare di due anni il condono previsto dalla legge di Stabilità 2014, facendovi rientrare i procedimenti giudiziari per le concessioni pendenti fino al 30 novembre 2015.

Al vicecapogruppo di Area popolare alla Camera Sergio Pizzolante il termine sanatoria non piace:

"non esiste alcuna maxi sanatoria per le spiagge. L'emendamento presentato dal senatore Bruno Mancuso riguarda un nucleo ristrettissimo di balneari, circa 200 soggetti sull'orlo del fallimento. Sono soggetti per i quali i Tar si stanno pronunciando condannando lo Stato per eccesso di canone. Se il Governo non è ancora riuscito a fare la riforma non possiamo far fallire queste piccole imprese e quindi abbiamo chiesto uno slittamento di pochi mesi in attesa della riforma".

L'emendamento sposta al 15 settembre 2016 la data di scadenza per riordinare la materia, il termine sarebbe già scaduto visto che la manovra del 2014 lo aveva fissato al 15 ottobre 2015. In sostanza si tratta di bloccare sospensioni, revoche o decadenze delle concessioni demaniali marittime fino al 31 dicembre 2016. Ma Pizzolante insiste:

"Nessun maxi condono, non aggiungiamo un danno alla beffa"

ha aggiunto il senatore di Ap. Ora l’emendamento deve essere discusso e votato in Commissione Bilancio di Palazzo Madama, e poi eventualmente dell’Aula del Senato, voto previsto entro la fine della settimana prossima.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail