Natale 2015: consumi in aumento o ancora austerità?

Consumi natale 2015

A Natale 2015 per la prima volta negli ultimi otto anni i consumi legati alle festività mostreranno un segno positivo secondo l'associazione dei consumatori Codacons che stima come le spese complessive del periodo aumenteranno del 2,5% rispetto a Natale 2014:

"un piccolo incremento ma molto importante, considerato che dal 2007 le famiglie avevano fortemente ridotto gli acquisti natalizi".

La spesa pro capite dovrebbe salire a 168 euro in media per una spesa complessiva degli italiani pari a poco più di 10 miliardi. Di diverso avviso la Coldiretti che prevede un altro Natale all'insegna dell'austerità per l'Italia. Sulla base di un'altra indagine sulle spese di fine anno 2015, effettuata da Deloitte, Coldiretti rileva che gli italiani destineranno agli acquisti di Natale un budget complessivo per i regali di 219 euro a famiglia, con una flessione del 2,4% sul 2014 e contro una spesa media per regali in Europa pari a 276 euro a famiglia (in sostanza stabile sull'anno scorso).

Le attese di miglioramento della situazione economica non influenzeranno la tendenza consolidatasi negli ultimi anni di crisi di acquistare i regali di Natale con netto anticipo per avvantaggiarsi dei prezzi più bassi proposti da diversi negozi sotto forma di offerte speciali o semplicemente per non dovere fare tutto all'ultimo minuto facendo magari interminabili file alla cassa (è per le compere anticipate più di un italiano su quattro).

Inoltre si fanno sempre più regali utili e all'interno della famiglia, con la ricerca di sconti attraverso confronti tra i vari esercizi commerciali e su internet. Tra i regali che vanno di più libri, tecnologia, abbigliamento, prodotti di bellezza e anche i prodotti enogastronomici con l'affermarsi, sottolinea Coldiretti, della riscoperta della tradizione a tavola con la preparazione fai da te di ricette personali e/o regionali e con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi delle diverse tradizioni territoriali.

La preferenza è per l'acquisto di prodotti made in Italy anche per sostenere l'economia nazionale e maggiori opportunità di lavoro per una vera ripresa della nostra economia. Gettonati anche i mercatini che durante le festività, nelle città come nei luoghi di vacanza, sono il luogo in cui è possibile trovare regali originali ed economici. Gli acquisti online riguardano prevalentemente musica, film, articoli di tipo informatico, viaggi e abbigliamento mentre per il cibo e le bevande al contrario si registra il ritorno al contatto fisico con il produttore all'insegna della genuinità e tipicità dei prodotti da regalare e regalarsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail