Effetto Parigi: a Roma presenze dimezzate nei ristoranti del centro

Confcommercio parla di effetto Parigi: nel weekend successivo agli attentati terroristici nella capitale transalpina Roma ha fatto registrare un calo del 25% delle presenze nei ristoranti, del 50% nel centro della capitale.

Il presidente di Confcommercio Roma Rosario Cerra spiega:

Negli stessi giorni abbiamo registrato il 6% di disdette negli alberghi e il 20% di perdite nei cinema. Ora però la situazione si sta normalizzando. Alle istituzioni chiediamo un presidio di sicurezza. Per quanto ci riguarda ci impegniamo a mettere le luminarie laddove ci sarà consentito, sia per aumentare la percezione di sicurezza, sia per celebrare il Natale.

Cerra ha poi riferito di un progetto di "commercianti sentinelle" che dopo una formazione con le forze dell'ordine e tenendosi in contatto con le centrali operative potranno segnalare alle autorità situazioni poco chiare. Il presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli dal canto suo conferma i segnali di preoccupazione ma invita a non cedere all'allarmismo.

Abbiamo avuto dei segnali di preoccupazione da parte delle nostre agenzie di viaggio e degli alberghi. Sono segnali che certamente non devono essere sottovalutati nè tanto meno ignorati. Determinazione e fermezza sì, allarmismi no

ha detto Sangalli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail